Brand Collo e Décolleté Cura del Viso Maschere Viso Prodotti per il viso Review Susanne Kaufmann

Là, sui monti con Susanne, tra natura e spiritualità.

In questi anni vi ho narrato spesso di racconti imprenditoriali di cosmesi che hanno una genesi improvvisa: una donna coraggiosa, “incatenata” da un lavoro urbano e ridondante, decide di puntare tutto sulla sua passione, e arditamente cambia professione, si butta a capofitto in qualcosa di avvincente, nuovo, che affonda le radici in un interesse al quale mai ha dato sfogo.

La storia di oggi differisce, per molti versi, da tutto questo. Nasce da un contesto bucolico e pulito, sulle alpi austriache, fra prati sterminati calpestati da bovini meravigliosi, boschi di conifere, vette altissime spolverate di bianco, aria frizzantissima. 

Un brio atmosferico che si è riverberato, sin dalle origini della sua esistenza, nello spirito di una donna che ha deciso di mescolare cosmesi clean, visione imprenditoriale nell’hôtellerie e marketing territoriale di un luogo tanto di nicchia quanto stupefacente, in un progetto che oggi è globalmente riconosciuto come uno dei più interessanti e “cool”. 

Il brand protagonista è quello firmato da Susanne Kaufmann, imprenditrice austriaca che incarna perfettamente il prototipo di donna moderna, determinata, legatissima alle proprie radici ma aperta e curiosa ai cambiamenti e alle evoluzioni della sua epoca. Una creatura che mi ha “rapito” per le sue capacità e le sue definite ambizioni, desiderosa di crescere mantenendo intatti i propri valori. 

Le origini

Susanne Kaufmann nasce da una storica famiglia di albergatori di Bezau, minuscolo comune di 2mila anime sui monti del Bregenzerwald, dipartimento nord-occidentale dell’Austria a pochi chilometri da Germania, Svizzera, Lichtenstein e dalle rive del lago di Costanza. 

Il padre è Leopold Kaufmann, magnate austriaco dell’edilizia in legno, capace di costruire negli anni ’70 un impero e di sostenere il magnifico progetto dell’acclamato Hotel Post Bezau, nell’omonima località. 

Susanne cresce circondata fin da piccola da un contesto familiare animato dall’intraprendenza imprenditoriale, e accudita dall’amore della nonna, che la istruisce precocemente sui prodigi della piante in campo estetico. 

Si laurea in Management Alberghiero a Montreux, sulle sponde del lago di Ginevra, in Svizzera, dove affina tutte le nozioni già apprese a livello familiare.

Nel 1990 si aggrega alla famiglia per la gestione dell’albergo e la sua prima idea è quella di sviluppare una Spa che possa garantire ai clienti trattamenti luxury di altissimo segmento. Un modo per valorizzare ancora di più la bellezza dell’Hotel Post, ma anche per dare lustro a tutta Bezau, realtà a trazione principalmente agricola, dove fattorie e produzione casearia sono regine incontrastate del tessuto economico. 

L’idea di Susanne era, ed è, precisa: “Sfruttare in modo sostenibile tutte le potenzialità di un luogo ancora incontaminato, per rendere ancora più speciale la bellezza e il design dell’albergo di famiglia e potenziare la stessa Bezau“. 

La filosofia e l’esplosione di un fenomeno

L’approccio di Susanne alla cosmesi si basa su consapevolezza e principi olistici: la Spa dell’albergo è un inno al rispetto della natura; il suo concetto di cosmesi è una sagace miscela di medicina orientale, cura del corpo, attività fisica e dieta sana. 

Una visione zen che esplode completamente nella Spa disegnata dal fratello architetto di Susanne, Oskar Leo: un trionfo di candore fantascientifico che si abbina a giochi di luce determinati dall’uso sapiente di vetro e specchi. 

Gli ospiti iniziano velocemente a considerare la Spa dell’Hotel Post un vero santuario di tranquillità e bellezza, immerso in uno scenario naturale che offre un infinito corteo di possibilità di svago all’aria aperta. 

Nel 2003, dopo anni di studio e acquisizione di nuove nozioni, Susanne lancia la sua linea di cosmetici, inizialmente dedicata a un impiego esclusivo nella sua Spa. La qualità dei prodotti e l’efficacia dei trattamenti sono tuttavia tali che i clienti della struttura iniziano a richiedere a gran voce l’acquisto dei cosmetici. 

Susanne inizia così generosamente a lasciare campioni ai suoi fidati ospiti e i riscontri sono sempre più entusiastici. 

Il passaparola diventa inarrestabile: i prodotti di Susanne diventano “cult”, e il pubblico inizia a fomentare una domanda che non può più restare inascoltata dalla brillante imprenditrice austriaca. 

I suoi cosmetici iniziano così a essere venduti al pubblico, restando però sempre di nicchia e soggetti a una produzione “a tiratura limitata“, improntata al concetto di artigianalità. Susanne non vuole tradire le sue origini e la sua visione olistica e clean della cosmesi: l’armonia, anche produttiva, deve essere il valore al primo posto delle sue creazioni. 

La nonna nel cuore 

Sono nata e cresciuta con i concetti molto forti di cura della pelle, dei capelli, del corpo. Ho sempre amato questa filosofia. Ed è stata la natura che mi circonda che me l’ha ricordato ogni giorno. Fin da piccola avevo a che fare con le piante officinali che crescono spontaneamente fra i miei monti, mia nonna mi lavava i capelli con birra, uova e camomilla. Ogni settimana dedicavamo due ore a questi rituali, in cui scoprivamo quanto di potente e meraviglioso la natura avesse da offrire. 

Questo ricordo di Susanne fa perfettamente capire quanto un legame familiare possa incentivare e sostenere un progetto imprenditoriale, definirne i valori. E’ un racconto emozionante, quello del rapporto fra lei e la nonna, che rimanda i miei pensieri alla genesi del progetto di Tata Harper, che trovate QUI

Culture diverse, insieme per la natura

Le creazioni cosmetiche di Susanne Kaufmann sono un melting-pot culturale: detto dell’approccio olistico, la produzione è animata dalla fascinazione che la medicina cinese tradizionale ha esercitato sulla founder. “Il mio obiettivo finale è quello di non curarsi del singolo sintomo, ma di andare più affondo e adottare una strategia di sistema. Il sintomo di un disturbo è solo la prova di un qualcosa di più articolato, e non si può affrontare un problema cutaneo senza considerare tutte le questioni collaterali e a monte che lo generano. Siamo creature estremamente complesse, abbiamo bisogno di soluzioni più ampie per la nostra pelle“, è ciò che pensa Susanne. 

Ciò che ne consegue è la realizzazione di trattamenti clean, dedicati a viso, mani e corpo, che si integrino a un sistema di prodotti (ad es. candele profumate) che accompagnino la ricerca del proprio centro, di un equilibrio interiore che non si può ignorare, se si desidera ottenere risultati più gratificanti e solidi. 

Una strategia che non può non prescindere dalla sostenibilità per la natura, comandamento della produzione dei prodotti Susanne Kaufmann. I prodotti puntano all’armonia degli ecosistemi e dei cicli vitali, e ad avere un minimo impatto, se non nullo, sul fronte ambientale. C’è una massima attenzione nella ricerca e nella provenienza degli ingredienti delle formulazioni, e si punta su materie prime mai dannose come, ad esempio, la Camomilla, l’Amamelide, l’olio di semi di Broccoli. 

Anche i packaging sono creati con attenzione all’ambiente: tutte i contenitori sono in vetro, la plastica utilizzata è tutta riciclata, riciclabile e riutilizzata sul posto. La produzione è invece sostenuta energicamente da fonti rinnovabili come la luce solare, e nessuna creazione Kaufmann è testata sugli animali. 

In buona sostanza, il Kaufmann-pensiero si sintetizza nei capisaldi “sostenibilità, onestà e trasparenza“, prima ancora che questi concetti venissero abusati, e a volte “violentati”, dal marketing e dalla comunicazione. 

La sensibilità di Susanne per gli ecosistemi e la natura è massima, e apprezzare il modo in cui questa donna continua a vivere e a sentirsi fortemente legata a un luogo piccolo, caratteristico e che basa la sua forza nella bellezza e nel rispetto della natura, ne è la dimostrazione. 

Un “viaggio” a Bezau

Bezau è un angolo di paradiso in Terra: la pulizia dell’aria e delle stradine, la cura di chi vi abita per qualsiasi cosa, sono certificati di garanzia anche sulla produzione di Susanne. La sostenibilità, la salvaguardia e la valorizzazione del territorio nel piccolo abitato austriaco sono questioni genetiche, nessuno ha dovuto impararle. Si tramandano dai genitori ai figli, senza sforzi o complessi processi di crescita. 

Il concetto di fondo della produzione di Susanne Kaufmann è molto spontaneo: il desiderio è quello di portare nelle case dei clienti che acquistano i prodotti, la filosofia e le sensazioni che si vivono alla Spa dell’Hotel Post di Bezau. 

Ovviamente l’investimento di un viaggio – costoso, va detto – di persona alla Spa di Susanne, vale ogni centesimo, ma la founder, essendo consapevole di non essere globalmente raggiungibile da tutti, ha desiderato creare dei prodotti che fornissero una esperienza-Spa anche a migliaia di chilometri di distanza. 

E’ il caso, ad esempio, del bagno ai piedi che viene eseguito a tutti i clienti prima di iniziare il percorso nella struttura, per calmare ed eliminare tutte le tossine principali prima di dedicarsi al resto, o quello della maschera idratante-nutritiva. Rituali che possono essere perfettamente ricreati a casa, da tutti, per sentirsi un po’ come al magnifico Hotel Post. 

Fatta questa lunga premessa sul mondo di Susanne Kaufmann, entriamo però nello specifico del prodotto in analisi oggi, ossia la famosa Glow Mask. Un prodotto eccezionale dagli attivi straordinari, in grado di rigenerare completamente il viso e di farlo risplendere più che mai. 

Susanne Kaufmann Glow Mask 

Questa maschera è un concentrato attivo di ingredienti stupefacenti che rigenerano, uniformano e rivitalizzano la pelle del viso donandole una luce davvero incredibile.

Tra i protagonisti della sua composizione ci sono la Papaina estratta dal frutto della Papaya, che lavora come scrub enzimatico. Rimuove le cellule morte, stimola il rinnovamento cellulare e minimizza i pori. Regala una pelle luminosa e sana, senza provocare irritazioni.  

Poi ecco lo Zenzero e il Caffè, che stimolano il metabolismo cellulare e la produzione naturale di Collagene ed Elastina. L’estratto di Lampone protegge lo strato idrolipidico della pelle, ossia difende le cellule dalla disidratazione. Un complesso di antiossidanti a base di estratto di Dattero Cinese ricchissimo di Vitamina C e Porphyridium cruentum un’alga “intelligente” ricca di carotenoidi in grado di sopravvivere in ambienti estremamente ricchi di sole e ricchi di sale, infine, forniscono una protezione naturale, proteggono dall’invecchiamento e rafforzano la pelle contro le minacce atmosferiche e dell’inquinamento.  

Importante anche la presenza di un attivo che amo molto, il Cardiospermum Halicacabum, un noto cortison-like, con grande azione antinfiammatoria. Aiuta la pelle in caso di rossore e prurito, favorendone il riequilibrio.

La sua delicata profumazione agrumata e fresca rafforza questa sensazione di rigenerazione che il prodotto conferisce alla pelle del viso. Questa maschera rafforza le difese del viso, è un vero concentrato rigenerante. La pelle è molto più tonica, elastica, luminosa ed omogenea. 

Rituale di applicazione

Applicatela sul viso pulito, lasciandola in posa per 15-20 minuti. Non spaventatevi: la sensazione di pizzicore alla pelle è perfettamente normale e significa che la maschera sta facendo il suo dovere. Al termine del rituale procedete con il risciacquo, aiutandovi con un cloth, possibilmente con acqua fredda. Apprezzerete una sincera sensazione di benessere e rinnovamento della pelle. Ci si sente esattamente come dopo aver concluso un trattamento in Spa. 

INCI: Aqua purificata (Water), Butyrospermum Parkii (Shea Butter) Fruit Extract, Pentylene Glycol nat., Caprylic/Capric Triglyceride, Pullulan, Porphyridium Cruentum Extract, Levan, Decyl Glucoside, Olea Europaea (Olive) Leaf Extract, Alcohol Plant, Zizyphus Jujuba Seed Extract, Octyldodecanol, Ribes Nigrum (Black Currant) Seed Oil, Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil, Cardiospermum Halicacabum Extract, Tocopherol, Rosmarinus Officinalis (Rosemary) Leaf Extract, Green Caffeine Extract, Rubus Idaeus (Raspberry) Fruit Extracts, Zingiber Officinale (Ginger) Root Extract, Magnolia Officinalis Bark Extract, Carrageenan, Capsicum Annuum Fruit Extract, Methyl Glucose Sesquistearate, Oleic/Linoleic/Linolenic Polyglycerides, Glycerin, Hydroxyporpyl Methylcellulose, Potassium Sorbate, Sodium Stearoyl Glutamate, Papain, Stearyl Alcohol, Glyceryl Stearate, Myristyl Myristate, Maltodextrin, Sodium Polyphosphate, Xanthan Gum, Tocopheryl Acetate, Sodium Benzoate, Citric Acid, Ascorbic Acid, Parfum (Fragrance from natural scents).

Che dire, la Glow Mask di Susanne Kaufmann è già fra i miei prodotti preferiti. E non è solo una questione legata alla incontrovertibile qualità del prodotto, realizzato artigianalmente con ingredienti di primissima scelta, ma anche al sentimento che si prova proprio nel corso del rituale di utilizzo. Mi sono personalmente immersa in una passeggiata fra i monti con Susanne. 

Ne ho assaporato nel profondo la filosofia, il legame indissolubile che lei ha con la sua terra. Mi sento un po’ come lei, per certi valori che vive. Anche io ho sviluppato una forte sensibilità nei confronti dei rimedi naturali in famiglia, anche io sono collegata spiritualmente alla mia terra. Chi prova la maschera e i prodotti di Susanne Kaufmann non si sta prendendo solamente cura della propria pelle (molto bene, per altro), ma sta vivendo un’esperienza. 

Un viaggio che avvicinerà alle montagne, alla natura, alla gentilezza, e al rispetto per questo nostro meraviglioso pianeta che troppo spesso trascuriamo. 

Informazioni aggiuntive:

  • Denominazione: Glow Mask
  • Brand: Susanne Kaufmann
  • Formato: Barattolo in vetro con tappo a vite
  • Quantità: 50 ml
  • Prezzo: 69 euro
  • Dove acquistare: Sul sito ufficiale di Susanne Kaufmann – www.susannekaufmann.com oppure presso i rivenditori ufficiali del brand che potete trovare a questo LINK.

SUSANNE KAUFMANN

Vai al Sito
Grazie per aver letto questo articolo.
Seguimi anche su
  1. Sono maschera dipendente, e sapere che dietro un cosmetico c'è una storia così avvincente e appassionante, me lo fa apprezzare ancora di più. Ora devo assolutamente provare la maschera Glow, poi che belli gli attivi presenti, sembra davvero fantastica!

  2. Chiara MostacciChiara Mostacci ha detto:

    Che storia affascinante, profonda. Mi ha fatto sognare. Anche noi abbiamo un sogno nel cassetto, legato alla mia terra, alla sua natura ed al nostro lavoro... Chissà... Queste donne mi infondono molto coraggio. Vorrei provare la maschera e gli altri suoi prodotti!!!

  3. ElyMartyElyMarty ha detto:

    Di Susanne uso diversi prodotti e devo dire che non deludono mai.

  4. lina_russolina_russo ha detto:

    È sempre bello conoscere le storie che si celano dietro ad un brand. La maschera deve essere sicuramente un prodotto meraviglioso!

  5. Laura62Laura62 ha detto:

    Sostenibilità, onestà, trasparenza: un trittico che la dice lunga sulla filosofia di questo brand! Ho letto con interesse il tuo articolo, apprezzato le immagini delicate che onorano un prodotto che sicuramente sarà da provare. Grazie.

  6. Caterina TangaCaterina Tanga ha detto:

    Ero già molto interessata a questo brand, curiosando dopo aver letto sul tuo Blog del Pillow Spray, ora leggendo tutta la sua storia, sono determinata a provarla appena possibile! Grazie di cuore Elena!🙏🙏

  7. Fabrizia ForniFabrizia Forni ha detto:

    Con il tempo, e grazie alle tue box soprattutto, ho imparato ad apprezzare molto l'esperienza, oltre alla validità del prodotto. E non riesco a immaginare nessuna esperienza migliore di una pausa di relax, di questa sensazione di riconnettersi alla natura e di riconoscere l'importanza che ha per il nostro benessere psicofisico. Leggere questo articolo mi ha fatto venire voglia di partire subito per Bezau, oltre che di usare questa maschera!

  8. L’atmosfera che ci sarà in questo posto è di totale abbandono. Lasci lo stress, ansia e altro per rinascere rigenerato. Così mi immagino una settimana in questa meraviglia di luogo. La maschera deve essere qualcosa di superlativo per il viso. Appena ho letto che fra tanto ingredienti c’era lo Zenzero e Caffè mi si sono illuminati gli occhi. Sono due ingredienti che amo e che cerco sempre nella cosmesi. Un’altra cosa che mi ha colpito molto che è consigliato togliere con acqua fredda. Perché molte maschere consigliano acqua tiepida. Non mi resta che provarla😍😍😍

  9. Francesca MarraFrancesca Marra ha detto:

    Bellissima la storia che c'è dietro la creazione di questo brand e tu l'hai egregiamente raccontata! Mi è sembrato di passeggiare sui monti incontaminati di cui ci hai parlato e assaporarne l'aria e gli odori... La maschera dev'essere favolosa e altrettanto sarà il rituale di applicazione che ci trasporterà nella magica atmosfera della SPA...😍

  10. lulumarlenlulumarlen ha detto:

    Non ho mai provato nulla di Susanne, la sua filosofia mi piace molto. Se tutti avessero questo rispetto la nostra terra ne gioirebbe. Questa maschera che calma i rossori la metto in wishlist. E magari anche la spa dal vivo appena gira la ruota 😅

  11. Sara ZinoneSara Zinone ha detto:

    Questo articolo (scritto meravigliosamente come sempre) non mi ha solo incuriosito molto sulla linea cosmetica, ma ancora di più mi ha fatto venire voglia di recarmi all’Hotel Post e vivere l’esperienza della spa e dei Monti di Bezau!!! Lo terrò in considerazione per i miei viaggi di compleanno con le amiche del cuore! Parlando della maschera, così, a prima vista sembra offrire un tripudio di sensazioni che coinvolgono tutti i sensi: diventerà un altro oggetto del desiderio!!!!!

  12. Ilaria87Ilaria87 ha detto:

    Molto interessante, non conoscevo il brand e questo prodotto!

  13. Maria LizMaria Liz ha detto:

    Che bella storia! Ci porti sempre a conoscere realtà da sogno! La maschera ha degli attivi veramente interessanti😍

  14. colombocolombo ha detto:

    mi sono innamorata di questa maschera già solo leggendo l'articolo!

Lascia un commento