Brand Profumeria artistica Profumi Profumi di Nicchia Review Review High-End WA:IT

Zen come un giapponese, allegro come un italiano: HITO, il miracolo di WA:IT

La vita impazza, la vita corre, la vita è spesso una giostra frenetica che non riusciamo a far rallentare. I modi che abbiamo a disposizione per placarne la dinamica tambureggiante sono molti, ma ogni tanto non riusciamo a rammentare gli strumenti legati ai sensi. 

Ci perdiamo fra le pieghe di altre attività, come se aspettare, riflettere, lasciar decantare i pensieri, fosse una serie di attività futili, effimere, a tratti inutili. Per questo oggi desidero parlarvi di un brand che ha una filosofia molto interessante e profonda, e di un prodotto che ne è coerente ed onesto vessillo. Entreremo in un mondo “slow“, animato da valori che nulla hanno a che fare con la nevrosi dei rimi attuali, e scopriremo un profumo che invita a un’analisi profonda di sé, del mondo e di ciò che ci circonda. 

Il brand di cui vi parliamo oggi è WA:IT, nome curioso che fra poche righe vi spiegherò nel dettaglio. 

Nasce dall’intuito e dalla sensibilità di Raffaella Grisa, founder che da sempre sostiene una cultura della bellezza clean e consapevole. WA:IT è un progetto che nasce da lei, dal suo spirito, con l’intento di divulgare una vera e propria filosofia di vita, maturata grazie a viaggi, esperienze personali e scoprendo e miscelando affascinanti culture.

Raffaella Grisa per dieci anni ha lavorato come ingegnere spostandosi freneticamente fra Europa ed estremo Oriente, e nel 2018, durante una passeggiata nel parco del Tempio di Meji, a Tokyo, sente scoccare una scintilla interiore. Una saetta la colpisce, letteralmente. Sente di non vivere la vita come desidererebbe, che si sta perdendo le sfumature più dolci ed appassionanti dell’esistenza. WA:IT è il risultato di un processo interiore di valutazione di sé e del modo di vivere la vita. Il brand dovrà essere manifesto di valori di riscoperta, un trattato materiale di un cambiamento.

E così avviene. 

Giappone, Italia. Insieme, con lenta consapevolezza

Il nome del brand lanciato da Raffaella Grisa è una alleanza suprema di valori di due culture tanto antitetiche per certi versi, quanto, proprio per lo stesso motivo, complementari. Il Sol Levante nel suo antico termine appunto “Wa“, ossia il Giappone, nazione in cui disciplina, ordine, studio viscerale dei metodi, che siano artistici, culinari, marziali, i cui gesti vengono ripetuti all’infinito, con minuzia, per raggiungere la perfezione, diventano preambolo valoriale della vivacità, della creatività sconfinata del desiderio di vita e gioia tipici dell’Italia “It“. 

WA:IT, due mondi che si uniscono non per esplodere in qualcosa di incontenibile e sconclusionato a livello concettuale, ma, anzi, un connubio che, come indicato dalla parola che si genera “Wait“, invita alla saggia azione dell’attesa. 

Aspettare che l’olfatto si prenda tutto il tempo necessario per analizzare la piramide olfattiva, recepirla, metabolizzarla, sentirsela dentro, reinterpretarla. L’attesa non come attività che crea ansia, ma come gesto consapevole che dia spazio all’io umano, un esercizio di illuminazione interna. 

Il brand desidera infatti puntare ad “elevare la percezione della bellezza naturale“, qualcosa che troppo di frequente tendiamo a trascurare o a banalizzare, affossandola sotto i colpi di una vita piatta, ripetitiva, senza attese, in cui si desidera e si pretende tutto, e subito. 

Un brand pulito

Oggi WA:IT è un concentrato 100% Made in Italy intriso in ogni sua molecola dalla cultura giapponese, e questo ibrido avvincente, che invita alla calma, alla riflessione, alla ricerca, confluisce anche in valori molto vicini all’ecologia. Infatti uno di quelli portanti di WA:IT è la sostenibilità, che si estrinseca a 360 gradi: i fornitori di materie prime devono mettere in campo progetti equi e solidali, per una salvaguardia ambientale e socio-economica; i packaging sono green, riciclati e riciclabili, non vengono utilizzate vernici tossiche o dannose per gli ecosistemi.

Per entrare nello specifico: i flaconi, le scatole e i tappi sono realizzati interamente in Italia, abbattendo l’inquinamento proveniente dai grandi trasferimenti. Le scatole, oltre ad essere completamente riciclabili e biodegradabili, sono dotate di certificazione FSC, che garantisce la provenienza del cartone da fonti responsabili. I flaconi di vetro e i tappi di legno sono interamente riciclabili. Le etichette sono realizzate in carta 100% riciclata per risparmiare energia e preservare gli alberi. Ad esempio, il cartellino di HITO, il profumo di cui parleremo oggi, è in carta prodotta utilizzando le alghe infestanti della laguna di Venezia, la cui proliferazione mette a rischio il fragile ecosistema lagunare.

Oggi parliamo di un profumo che è diretta emanazione dei pensieri e delle riflessioni fatte da Raffaella Grisa. Si chiama HITO, che in giapponese è termine che fa riferimento all’essere umano, alla sua importanza e alla carica di significati che ne formano la presenza sul pianeta. 

E visto che Raffaella Grisa ha creato WA:IT per dare voce alla sua interiorità più genuina e piena, facendola uscire fuori come un respiro, l’aria ha creato HITO, un profumo dall’architettura sublime e molto coerente al progetto. Un profumo per l’essere umano, senza accezioni di genere, che è in grado di elevare lo spirito che, come dice poeticamente il brand, “evapora e trascende il focolare comune della pura esperienza e dello spirito umano“. 

HITO, Eau de Parfum

Un po’ passeggiata in un frutteto estivo, un po’ esperienza trascendentale in un tempio giapponese, cercando di prendere coscienza di sé e della propria presenza nel mondo. 

HITO, il cui nome negli ideogrammi nipponici fa riferimento alla figura umana, è un profumo dalla fragranza estremamente naturale ed estiva, assolutamente allineata a questo momento storico. Un momento in cui tutti noi stiamo cercando di ridare forma alle nostre vite, ai concetti basilari, ai piccoli piaceri delle nostre esistenze che forse, per troppo tempo, abbiamo colpevolmente trascurato o banalizzato. HITO è dunque un profumo perfetto per rigenerarsi, per ritrovare un centro che sia non solo riflessivo ma anche animato da frizzantezza, buon umore, voglia di mordere la vita in maniera piena e consapevole. E’ una creazione piena espressione dell’anima, come dice il brand, “una melodia composta da note aromatiche, fuse insieme armoniosamente“. 

La cosa che più colpisce dell’architettura di HITO è questa sua doppia anima fortemente italica e giapponese, ed è incredibile come due culture così per certi versi distanti e contrapposte riescano a condensarsi in maniera armonica nel profumo. 

E’ un profumo che colpisce subito i sensi con gli agrumi: sentirete subito quelli di Sicilia e lo Yuzu, agrume asiatico dalle note molto aspre e accese ma poi anche dolciastre. 

L’Elemi, resina utilizzata per creare la nota d’incenso, scatena poi un’altra montagna russa di fragranze un po’ siciliane, un po’ nipponiche. Così quando sentirete arrivare la melodia del Fico, sarete rilanciati in un turbinio emozionale di Note Verdi e Té Nero giapponese Izumi, che abbracciano la Pomelia, ossia il tipico fiore di Palermo, la Peonia e la Rosa

Il fondo è più legnoso, ma sempre molto coerente con il progetto di HITO: il muschio quercino scivola sui legni di Ciliegio e Cedro, a voler ribadire ancora una volta una travolgente dicotomia mediterranea-asiatica. 

Un profumo che definirei assolutamente fusion, in grado di esaltare alcuni fra gli ingredienti migliori di due culture, esattamente come farebbe un grande chef stellato. 

HITO è un perfetto connubio, che indica anche grande capacità di selezione degli elementi, caratteristica che spiega al meglio lo studio e la competenza a monte del progetto WA:IT. 

La qualità degli ingredienti che si percepiscono è data soprattutto dalla tecnica di produzione del profumo: HITO è infatti formato da puri oli essenziali distillati in correnti di vapore e assolute ottenute con la tecnica dell’enfleurage. Tutte le materie prime usate sono rigorosamente selezionate da fornitori qualificati e la filiera è certificata.

Se siete persone allegre, piene di vita, ma anche profonde e sensibili, penso che questa creazione sia ideale per voi. Il profumo vi resta piacevolmente addosso per tutto il giorno, senza risultare mai prevaricante, e la sua anima è assolutamente unisex. 

Informazioni aggiuntive

WA:IT

Vai al Sito
Grazie per aver letto questo articolo.
Seguimi anche su
  1. ElyMartyElyMarty ha detto:

    Presa la travel! Innamorata anche di questo profumo. Da quando mi hai fatto scoprire la nicchia non la mollo più. Ed io che ho speso per anni nella profumeria classica. Mi mangio le mani per quanti soldi ho buttato per cose commerciali senza un minimo di anima.

  2. Sara ZinoneSara Zinone ha detto:

    Questo profumo presto sarà mio! È diventato la mia ossessione: ogni giorno controllo il livello del mio profumo in uso per vedere quanto manca alla fine e poter o comprare il mio oggetto del desiderio!!!!!

  3. colombocolombo ha detto:

    non ho avuto modo di sentirlo ma già dalla descrizione mi ispira molto!

  4. NadinNadin ha detto:

    Sono rimasta incantata dal brand e da questa magnifica creazione. Un profumo davvero particolare che, leggendo le sue caratteristiche, colpisce all'istante. Grazie per lo splendido articolo ❤️

  5. elejustelejust ha detto:

    Bellissima presentazione, anche se mi sembri molto più rapita da Accendis. Anche questo sembra un bellissimo profumo. Utile la possibilità di acquistare il formato da 10 ml.

  6. Non ho avuto modo di provare questo profumo ma tutto quello che ci racconti riguardo al marchio e a tutta la ricerca che c’è dietro mi incuriosisce molto. Lo yuzu é un agrume che amo follemente e la piramide olfattiva mi ispira molto.

  7. lorydelledonnelorydelledonne ha detto:

    Profumo meraviglioso, con lui è scattata la scintilla come con il Pink Molecule 09. Parlando con te e con Maryam ho "sentito" dentro che questo sarebbe stato il mio profumo e così è stato. Un richiamo che non mi pento di aver ascoltato!

Lascia un commento