Creme per il corpo Cura del Corpo Cura del Viso Di tutto un pò Fai da te Fatti a Mano VanitySpaceBlog

Realizziamo insieme una Cold Cream alla Rosa Damascena

Ciao ragazze, bentornate sul Blog. Siete pronte per lo spignatto invernale per eccellenza? Oggi voglio insegnarvi a realizzare la COLD CREAM, uno dei prodotti che più amo usare in durante la stagione fredda. E’ l’antenata di tutte le creme, creata da Galeno, nome che forse vi sarà familiare grazie alle preparazioni “galeniche”, ovvero quei medicamenti realizzati dal laboratorio farmaceutico su ricetta medica. Galeno fu uno studioso di medicina e punto di riferimento in tale ambito fino al XVI secolo, ma in campo cosmetico è ricordato perché fu il primo a creare una vera e propria crema, inclusa poi nella Farmacopea Londinese nel 1618 con il nome appunto di COLD CREAM.

Vi siete mai chieste cosa in realtà è una crema? è un composto realizzato grazie ad una parte acquosa e ad una parte oleosa, tenute insieme da un emulsionante. In cucina abbiamo il classico esempio, ovvero la maionese. Un uovo, che al suo interno ha anche acqua, si unisce all’olio grazie alla lecitina contenuta nel tuorlo, che in questo caso funge appunto da emulsionante.

La Cold Cream invece prende questo nome perché, a differenza degli unguenti passati, grazie alla presenza di acqua è particolarmente rinfrescante sulla pelle, molto più ovviamente di un unguento composto da soli oli e burri vegetali come ad esempio cacao o karité.

Abbandonati finalmente gli unguenti, che come dice la parola stessa erano molto untuosi ci troviamo di fronte ad un’evoluzione formulativa, se vogliamo innovativa per il tempo in cui venne creata. Nulla a che vedere con le creme che conoscete e che siete abituate ad usare, il cui 70% dell’inci è composto da ACQUA. In questo caso, il risultato che otterrete è comunque una preparazione unta ma, grazie alla cera d’api presente al 20%, si asciugherà lasciando una piacevole sensazione di freschezza, morbidezza e nutrimento.

Non necessita di conservanti, e potete tranquillamente tenerla fuori dal frigorifero, ma non dura molto ragazze, 1/2 mesi al massimo.

La storica formula di Galeno per realizzare la Cold Cream è questa:

  • 60 % Olio
  • 20 % Cera d’api
  • 20 % Acqua di Rose

Formula che ho rivisto e studiato per regalarvi una Cold Cream alla Rosa Damascena, nutriente, rigenerante, protettiva e confortevole utilizzando svariati attivi. La amerete alla follia! Un ringraziamento immenso a Lorena di Fatti a Mano per averla realizzata per me in Laboratorio con le sue fantastiche materie prime! Che tra l’altro se volete, potete anche acquistare. Magari potremmo pensare di farla produrre in Limited Edition come abbiamo fatto per la nostra Maialosa Vanitosa andata a ruba in pochissimo tempo!

RICETTA PER 100 GR DI COLD CREAM

  • 22.5 gr di Olio di Vinaccioli – olio a rapido assorbimento con proprietà emollienti, antiossidanti e anti-aging.
  • 3 gr Burro di Cacao in cialdine – antiossidante, restituisce tono ed elasticità alla pelle. E’ inoltre nutriente e svolge un’azione protettiva grazie alla presenza di acidi grassi.
  • 8 gr Burro di Karitè integrale – Emolliente e nutriente. Applicato sulla pelle consente di proteggerla dai raggi UV, dal vento e dal freddo, per via delle sue proprietà filmanti e filtranti.
  • 20 gr Cera d’Api – Possiede proprietà emollienti e filmogene che limitano la perdita d’acqua mantenendo così la giusta idratazione cutanea.
  • 3 gr Miele Vergine d’Api – Idratante, emolliente, antiossidante e restitutivo. Vanta inoltre proprietà antibatteriche, antimicotiche, antinfiammatorie e protegge la pelle dall’aggressione degli agenti atmosferici.
  • 12 gr Olio di Avocado – Nutriente, rigenerante, addolcente e protettivo conferisce elasticità e morbidezza alla pelle.
  • 8 gr Oleolito di Iperico** – Conosciuto anche come l’Olio di San Giovanni è un spettacolare cicatrizzante ed emolliente, previene le screpolature  e rigenera la cute.
  • 20 gr Idrolato di Rosa Damascena – Fase acquosa della nostra cold cream scelta per la sua funzione purificante, tonificante e rinfrescante.
  • 1 gr Sale rosa dell’Himalaya – Prima di tutto aiuta ad emulsionare, ma fondamentalmente lo abbiamo inserito in formula perché ricco di oligoelementi. Attivo prezioso per le sue proprietà benefiche: rigenerante, tonificante e mineralizzante per il viso. Se non avete quello Rosa dell’Himalaya potete utilizzare il sale integrale. Non usate il sale raffinato!
  • 0.5 gr Vitamina C (scioglietela in 2 gr di acqua) – Anti-aging, combatte i radicali liberi con la sua azione antiossidante e leggermente esfoliante. Stimola il ricambio cellulare rendendo la pelle più luminosa.
  • 0.6 gr Olio essenziale di Lavanda Fine – Ha un effetto lenitivo ed è inoltre un antisettico, risulta quindi utile per alleviare irritazioni, eritemi e scottature. E’ anche un ottimo antinfiammatorio perfetto utilizzato su ferite, tagli, ustioni e scottature in quanto favorisce la formazione di tessuto cicatriziale.
  • 0.4 gr Olio essenziale di Benzoino – L’olio essenziale estratto dalla sua resina ha proprietà cicatrizzanti e antisettiche, perfetto per la pelle screpolata ed infiammata.
  • 1 gr Tocoferile Acetato – Ingrediente prezioso e performante con proprietà emollienti, riparatrici e lenitive.

** Voglio spendere due parole in più sull’Oleolito di Iperico perché merita davvero molto.

Viene chiamato Olio di San Giovanni perché il suo tempo balsamico coincide esattamente con il solstizio d’estate. Infatti il 24 giugno, giorno di San Giovanni, coincide con il periodo della raccolta di questo meraviglioso rimedio naturale.

Se desiderate prepararlo vi ricordo che é l’unico tra gli oleoliti la cui macerazione non avviene al buio, ma alla luce del sole diretta, per l’intera durata di un ciclo lunare.

Come realizzarlo? in maniera semplicissima, seguendo l’antica tradizione. Raccogliete i fiori di Iperico in zone quiete e “sane”, lontane da strade o luoghi inquinati. Procuratevi un vasetto a chiusura ermetica ben pulito e disinfettato e riponete in esso i fiori freschi appena raccolti, ricoprendoli poi con olio di semi di girasole. Chiudete bene il contenitore ed esponete al sole per un mese!

Simbolo dell’energia solare, noterete già dopo pochi giorni che l’olio assumerà un meraviglioso e spettacolare color Rosso Rubino! Ricordatevi di capovolgere il vaso ogni 4/5 gg per favorire un’estrazione perfetta dei principi attivi. Trascorso il mese, filtrate il tutto con un panno di stoffa a trama sottile e travasate in un flacone di vetro scuro per conservare al meglio i principi attivi. Flacone che ovviamente dovrà avere una chiusura ermetica.

Ora avete in casa un rimedio antico potentissimo, in grado di eliminare il dolore delle ustioni già dopo pochi minuti. Grazie all’Ipericina l’essudazione si arresta. Noterete una cicatrizzazione delle lesioni (anche gravi) veloce e perfetta, senza che rimangano i segni tipici. E’ perfetto se soffrite di eritema solare perché con un paio di applicazioni il problema rientra completamente!

Ma ora veniamo a noi e guardiamo insieme la realizzazione della nostra fantastica COLD CREAM ALLA ROSA DAMASCENA.

Pesate in un contenitore in pirex l’Olio di Vinaccioli, il Burro di Cacao in cialdine, il Burro di Karitè, meglio se integrale non raffinato e la Cera d’Api: scaldarli a 70 gradi circa.

A parte, pesate l’Idrolato di Rosa, aggiungete il Sale Rosa e scaldate fino a raggiungere la stessa temperatura degli oli (circa 70 gradi). Vi consiglio di munirvi del classico termometro per non sbagliare i gradi.

Unire le due fasi versando a filo, piano piano, la fase acquosa in quella oleosa, mescolando continuamente con una frusta e successivamente con un frullatore ad immersione, perfetto il minipimer.

Ora potete unire la Vitamina C precedentemente disciolta in poca acqua (non calda! a temperatura ambiente perché termolabile).

IMPORTANTE: In questa fase è necessario non avere fretta e aggiungere la fase acquosa in piccole porzioni, aspettando che venga completamente assorbita dal composto formando un’emulsione morbida e cremosa. La parola d’ordine è: PAZIENZA.

A questo punto aggiungere il Miele, l’Olio di Avocado spremuto a freddo e l’Oleolito di Iperico, continuando a mescolare il composto con il frullatore ad immersione.

Per ultimo aggiungere gli Oli Essenziali di Lavanda e Benzoino ed infine il Tocoferile Acetato. Mescolate bene e versate la crema ancora tiepida in un contenitore di vetro o alluminio prima che si solidifichi completamente.

Ed ecco terminata la nostra favolosa Cold Cream alla Rosa Damascena! Lasciatela riposare una notte intera e la mattina dopo potrete usarla. E’ una crema molto grassa, che si presenterà completamente SOLIDA! Vi consiglio quindi di prelevarne una giusta dose e di scaldarla tra le mani per scioglierla per poi utilizzarla sul viso come trattamento da notte, per sfruttare tutto il suo potere rigenerante e protettivo. Comunque, grazie alla sua versatilità, consideratela un vero e proprio jolly! Io la utilizzo anche sul corpo dopo la doccia oppure sulle mani o sui piedi quando si rende necessaria un’azione nutriente intensiva, ma non solo, anche curativa, grazie alla presenza del miele che come ormai ben sapete è un ottimo antibatterico, emolliente ed addolcente.

Non è così difficile da realizzare come sembra e vi permetterà anche di sperimentare, trovando altre versioni. Spero di avervi regalato una bella “ricetta”, e perché no, spero sia uno dei primi prodotti che proverete a fare per entrare nel meraviglioso mondo dell’autoproduzione! Ringrazio infinitamente Lorena di Fatti a Mano per questo meraviglioso esperimento realizzato insieme! Non preoccupatevi ragazze, vi regaleremo sicuramente tante altre ricette! Quindi, stay tuned!

Se desiderate acquistare queste materie prive, vi invito a visitare il sito di FATTI A MANO. Passate nel loro incantevole shop di Milano! Non ci sono solo materie prime e prodotti cosmetici considerati dolci per la pelle e leggeri con l’ambiente, ma anche corsi di autoproduzione che permettono di imparare a formulare da zero creme e saponi naturali ed acquisire le migliori tecniche di lavorazione. Non potete non conoscere Lorena, ve ne innamorerete!

* Pagina Facebook di Fatti a Mano: LINK – Sito Web: LINK

Vi ricordo che potete trovarmi anche su Facebook e su Instagram @vanityspaceblog. Alla prossima!

FATTIAMANO

Vai al Sito
Grazie per aver letto questo articolo.
Seguimi anche su
  1. tittyespositotittyesposito ha detto:

    aaaahhh io adoro fare le ricettine in casa e grazie a te,elena ne ho fatti tanti:maschere viso,scrub corpo <3

  2. lunikalunika ha detto:

    Che carina, grazie ?

  3. lunikalunika ha detto:

    Senza nulla togliere alla crema ma nel.kggwre dell'unguento di iperico sono rimasta rapita ?. Sarebbe carino che le ragazze che si metteranno a lavoro per fare la cold cream postassero poi le foto sul gruppo o sui social, un po' come per il calendario ??????

  4. Lorena VerbenaLorena Verbena ha detto:

    CIAO RAGAZZE, ecco a voi il KIT di autoproduzione per la super COLD CREAM alla Rosa Damascena, buonissima, nutriente, antirughe, rinfrescante :) Il kit contiene tutti gli ingredienti necessari a realizzare 300gr di crema, trovate oli e burri vegetali, il sale rosa, la cera d'api e un termometro in vetro in regalo!!!!! www.fattiamano.org/?p=5570

  5. sailortapposailortappo ha detto:

    Articolo interessantissimo e molto bella l’idea del kit!

  6. Mi piacerebbe molto acquistarla da Fatti a mano... adoro i loro prodotti *.*

  7. Simona SergiSimona Sergi ha detto:

    È una crema molto ricca oltre che versatile, proverò sicuramente a farla

  8. MD BlandiMD Blandi ha detto:

    grazie infinite Elena!!mi manca qualche ingrediente ma provvedo subito a reintegrare le scorte e provo a farla

  9. DariaDaria ha detto:

    Wow ? Che bella questa ricettina ? Poi è tutto spiegato alla perfezione e non sembra difficile realizzarla, anche per me, che comunque non ho mai spignattato ? E sarebbe davvero perfetta per le mie manine, che in inverno sono sempre secche e screpolate ❤️

  10. virna77virna77 ha detto:

    Bellissima... un prodotto multiuso da avere sempre nel mobiletto del bagno!

  11. Francy_viFrancy_vi ha detto:

    Che bella ricetta! Grazie mille della bella spiegazione dei vari passaggi della preparazione e della descrizione degli attivi. Non ho mai provato una cold cream prima d'ora perché, avendo la pelle mista, ho sempre pensato che fosse troppo pesante per me ma questo inverno sto sentendo la necessità di utilizzare qualcosa di più idratante e nutriente per la mia pelle e potrebbe essere il momento giusto per un prodotto di questa tipo. Sarebbe bellissimo poterla già trovare pronta! :)

  12. Wow ma é super utile questa crema, sembrerebbe proprio ideale per le mani di papà, che in questo periodo sono davvero ko. Grazie mille come sempre.

Lascia un commento