Di tutto un pò Fai da te VanitySpaceBlog

Guerra alle imperfezioni – Realizziamo insieme la Pasta all’acqua

Ciao ragazze, bentornate sul Blog. Oggi vi spiego come realizzare da sole un rimedio portentoso: la pasta all’acqua. Con il termine PASTE si intende le preparazioni semi-solide per che contengono grandi quantità di polveri, dal 30 al 60%. Quando la concentrazione di ossido di zinco è al 50% parliamo della Pasta di Hoffman, utilizzata principalmente per il trattamento di varici ed ulcere da decubito. Se invece la concentrazione è al 25% siamo di fronte alla classica pasta all’acqua, ideale per prevenire o trattare gli arrossamenti (intimi o ascellari), eritema da pannolino e per combattere le odiate imperfezioni. Priva di conservanti, coloranti e petrolati, riduce al minimo il rischio di allergie ed è considerata un rimedio ideale per tutta la famiglia.

15897614_m

E’ semplicissima da preparare, si tratta di quattro ingredienti in anadose, cioè in parti uguali.

Il consiglio è di preparare la pasta in dosi da 50 gr poichè vi durerà tantissimo, a meno che ne usiate in grandi quantità, in quel caso per preparare 100 gr non dovrete fare altro che raddoppiare la dose di ogni ingrediente.

Ingredienti per 50 gr di prodotto:

  • Acqua demineralizzata 12,5 gr
  • Glicerina 12,5 gr
  • Ossido di zinco 12,5 gr
  • Talco veneto 12,5 gr

Mettete in un mortaio le due polveri e pestatele bene in modo da farle diventare finissime, travasatele nel contenitore prescelto, quindi versate la glicerina diluita nell’acqua e mescolate fino ad avere una pasta densa.

Non sono necessari conservanti perché la tanta glicerina rende indisponibile l’acqua presente per la crescita di batteri e di muffe.

Potete profumarla con un paio di gocce di olio essenziale di lavanda o altro che più vi aggrada. Assolutamente vietati gli oli essenziali in caso di gravidanza e allattamento.

Non vi preoccupate se all’inizio il vostro preparato sembrerà un po’ liquido, con il passare del tempo si addenserà.

Potete sostituire il talco veneto, con altri ma è preferibile comunque utilizzare il talco veneto in quanto totalmente inodore e privo di profumi, dato che andrà applicato su zone infiammate. Se non riuscite a scovarlo, il felce azzurra rimane comunque una valida alternativa.

COME UTILIZZARLA

Di norma bastano 1/2 applicazioni al giorno sulla zona interessata, per garantire un effetto protettivo e lenitivo. Ovviamente ciò non toglie la possibilità di effettuare altre applicazioni giornaliere, qualora si desideri ottenere un effetto più marcato.

Quindi ragazze quando vi viene un brufoletto non usate più il dentifricio ma una puntina di pasta all’acqua fatta da voi!! È il miglior rimedio!!!

Spero che questo articolo vi sia piaciuto e vi torni utile. Fatemi sapere se la realizzate, come vi trovate…alla prossima!

Grazie per aver letto questo articolo.
Seguimi anche su
  1. Giusy GagliostroGiusy Gagliostro ha detto:

    Consigli preziosissimi, grazie! Però... dove acquisto gli ingredienti?

  2. Ottimo consiglio! La proverò!

  3. Marisa DelrioMarisa Delrio ha detto:

    Molto interessante! Mia madre che soffre di psoriasi la utilizza molto prescritta dal dermatologo... proverò a preparargliela io... Poi vi farò sapere!! Grazie

  4. Simona BrunoSimona Bruno ha detto:

    Sembra molto facile da riprodurre in casa ! Io la farò assolutamente perché soffro molto di allergia post depilazione, solitamente metto un po’ di gel di aloe ma il risultato è blando, questa sembra far proprio al caso mio . Grazie Elena per queste perle !

  5. Cinzia GiuffraCinzia Giuffra ha detto:

    Letto solo ora, da provare!! Grazie ❤️

  6. Chiara FibbiChiara Fibbi ha detto:

    Che flash back con il dentifricio sui brufoli!!!! ho provato la pasta all'acqua sia sull'interno cosce dei bimbi quando portavano il pannolino, sia sulle mie che, non essendo propriamente una silfide, in estate si arrossano parecchio per lo sfregamento e, ovviamente, sui brufolini la sera... l'effetto lenitivo e disarrossante è davvero immediato, come spesso accade le cose più semplici sono alla fine le più efficaci!

  7. ha detto:

    Certo ❤️❤️❤️

  8. raffaellaforameraffaellaforame ha detto:

    Grazie Elena per questa ricettina semplice semplice, può andare bene anche sui brufoletti da sudore ?

  9. Aniela NastasaAniela Nastasa ha detto:

    Proverò al più presto, con l'arrivo ddl estate con il sole, zanzare e tutto il resto è indispensabile :-)

  10. Chiara RotundoChiara Rotundo ha detto:

    Non potevo non condividerla ???? tempo per procurarmi il necessario e la faccio ♡ Grazie!!!!

  11. elenaliceelenalice ha detto:

    Questa da fare subito x il mio nanetto!

  12. ha detto:

    Ciao Francesca...fammi poi sapere se gli da sollievo <3 un abbraccio...

  13. svettysvetty ha detto:

    bellissima ricetta!!! devo provare a rifarla :) grazie Elena <3

  14. Silvia P.Silvia P. ha detto:

    Interessantissimo!! Non vedo l'ora di provare a farla! Grazie mille!

  15. Carissima Elena, ho il mio papà che è allettato da un bel pò e ha problemi vari di arrossamenti. In più non può sentire nessun profumo e ha gravi problemi respiratori. Questa pasta all'Acqua, potrebbe aiutarlo a lenire i normali problemi quotidiani. Se riesco a trovare gli ingredienti, provo a farla o la cerco dal farmacista. Conoscevo la pasta all'acqua, ma usando le varie paste baby bio, me ne ero dimenticata. Il problema che la maggior parte sono profumati e a lui danno fastidio. Grazie x questo articolo che mi ha fatto ricordare della Pasta all'acqua :-) Un grosso Bacione

  16. ValentinaLandiValentinaLandi ha detto:

    ciao elena, se non si ha il mortaio cosa si può utilizzare? Ciotolina di vetro e cucchiaio di legno vanno bene? per quanto tempo si può conservarla? si può travasare anche in un barattolo di plastica? credo di non avere più domande ahahaha buona serata

  17. SimonsenSimonsen ha detto:

    Devo assolutamente provare a prepararla, per tutta la famiglia ??? Grazie Elena!

  18. Simona BrunoSimona Bruno ha detto:

    Wow! Non vedo l'ora di farla ! Una sola domanda il talco veneto dove posso trovarlo ? Grazie mille Comunque Elena sei sempre il top !

  19. Ilaria87Ilaria87 ha detto:

    Wow da provare!!! Grazie Ele!!

  20. alessiakalessiak ha detto:

    Fantastico, adesso vado a procurarmi gli ingredienti e mi metto all'opera. Grazie ?

  21. ha detto:

    ASSOLUTAMENTE NO. Il talco è una polvere inerte ed inattaccabile dai batteri anche quando bagnata, l'amido NO. L'amido è un banchetto per i batteri. Inoltre asciugando sulla pelle, a differenza del talco, fa una sorta di strato di colla. Il talco non fa nulla. Non occlude alla granulometria che ha, i nostri pori sono nettamente più piccoli di un granello di talco.

  22. Francesca MarraFrancesca Marra ha detto:

    Elena, scusa, ma invece del talco non si potrebbe usare l'amido di riso?

  23. Anna BuffoAnna Buffo ha detto:

    Ricettina davvero semplice ed utile! Grazie Elena ❤ sicuramente la farò ?

Lascia un commento