Brand Profumeria artistica Profumi di Nicchia Rancè 1975 Review Review High-End

Désirée di Rancé 1795, un amore “napoleonico” nel 2020.

Dalla Provenza a Milano, nel segno di Napoleone Bonaparte. Oggi vi racconterò la storia e il profumo di una realtà secolare della profumeria, che nacque nel 17esimo secolo nel Sud della Francia, per far capolino in Lombardia agli inizi del ‘900. La protagonista del pezzo è infatti Rancé 1795, Maison d’alta profumeria animata dall’entusiasmo e la competenza di una dinastia imprenditoriale con pochi uguali. 

Tutto inizia tra la seconda metà del ‘600 e l’inizio del ‘700, a Grasse, in Provenza appunto, “epicentro storico e mondiale” della profumeria: qui l’azienda Rancé del mastro guantaio Louis Rancé realizza guanti profumati per le nobil donne del tempo. Il suo nome è affermato per la qualità degli ingredienti utilizzati e il metodo di produzione. 

Nel 1795, nella Francia post-rivoluzionaria di Napoleone Bonaparte, Louis Rancé fonda la casa profumiera Rancé, che diventa in poco tempo la più apprezzata dall’imperatore francese e dalla sua corte. Un binomio di stima e fiducia reciproca che si consolida nel tempo, con la Maison che acquista sempre più autorevolezza nel suo settore. 

La competenza di Rancé, guidata da Francois Rancé, viene scolpita dal tempo, da metodi che si affinano come un vino buono in botte; gli ingredienti vengono sempre più selezionati per le loro qualità, e le tecniche di estrazione e distillazione si perfezionano per tutto l’arco del 19esimo secolo. 

I “gioielli di profumeria Rancé” diventano sempre più famosi, e nel 1902 la casa si sposta a Milano, su iniziativa di Alexandre Rancé. Il trasferimento nella capitale produttiva e finanziaria italiana dà uno slancio ai tratti imprenditoriali della Maison.  Le generazioni della famiglia seguono tutte un denominatore comune: il rispetto di una vision improntata all’eccellenza costante, e di uno spirito innovativo sempre al passo coi tempi. 

La sede storica di Rancé a Milano si trova in via Lombardini 10, e per certificare e narrare anche ai posteri i passi della Maison, qui è stato fondato un Museo in cui sono stati collezionati archivi, metodi di lavorazione, oggetti di arte e profumeria unici. 

Tutto ciò proprio come nella originaria Grasse, dove ogni casa profumiera degna di nota dispone di un museo in cui vengono narrate le gesta imprenditoriali, ed esposte ai visitatori le tecniche di produzione dei profumi, l’architettura degli stessi, la passione e il desiderio di crescita di famiglie lungimiranti e sognatrici. 

L’erede di questa storia, oggi Direttore Creativo della Maison, è Giovanni Rancé, che guida l’azienda onorandone la storia, ma tenendola con lo sguardo ben puntato e concentrato verso il futuro e le innovazioni tecnologiche.

Ogni fragranza di Rancé risponde a un requisito imprescindibile: massima qualità delle materie prime. E’ per questo che il brand ricerca e seleziona solo le più preziose essenze naturali in commercio. La produzione delle creazioni avviene esclusivamente in Italia, presso aziende partners della galassia Rancé, mentre l’ideazione e la progettazione si sviluppa interamente nella storica sede milanese. 

Le materie prime di Rancé provengono principalmente dall’Italia, oppure dall’originaria Francia, in cui viene effettuata la selezione delle migliori materie prime. 

Rancé nel 2020 è un connubio riuscito di storia profumiera transalpina, con il suo patrimonio culturale e conoscitivo, e di artigianalità tipica italiana. E’ come se migliore creatività e produttività d’Europa fossero state concentrate nella filosofia del brand. 

Un marchio con una storia lunghissima che è riuscito a rinnovarsi, innovarsi, mutare, dare risposte alle richieste del mercato, seguendo i cambiamenti epocali con sensibilità e senso di adattabilità. Caratteristiche tipiche dei brand “classici“, che sanno essere freschi e nuovi a dispetto del tempo che avanza. 

Oggi vi parlo dunque di una delle fragranze più interessanti di Rancé, una sorta di celebrazione del legame, di cui vi ho riportato in questa introduzione, fra la Maison e la figura così significativa, di Napoleone Bonaparte, un personaggio storico che ha cambiato e mutato la Francia intera e il Nord dell’Italia.

Désirée, Eau de Parfum natural spray

Ideato dal Naso Maurizio Cerizza, Désirée è un profumo lanciato da Rancé agli inizi dell’estate 2020, nell’anno del 225esimo anniversario della Maison. Fa parte della Collection Impérial Désirée ed è una creazione dedicata alla figura di Desirée Clary, primo e tumultuoso amore di Napoleone Bonaparte. 

Proprio nel segno di questa acerba relazione, che anticipava l’ascesa di Napoleone, il profumo è un rimando all’amore spensierato, alla passione travolgente, a quelle sensazioni che solo innamoramenti freschi e giovani riescono a comunicare. 

Ha un’architettura agrumata e fiorita, che rievoca la primavera, stagione di boccioli che si schiudono, di profumi che volano nell’aria trasportati dalla brezza leggera. 

Le note protagoniste di Désirée sono il Pompelmo, i boccioli di Rosa e il Frutto della Passione, tre ingredienti che scatenano freschezza, eleganza e sensualità, vibrazioni tipiche della giovane età, di innamoramenti incontenibili che sfuggono alle dinamiche della razionalità quotidiana. 

La Maison ama definire Rancé un “perfetto equilibrio di eredità senza tempo ed eccellenza contemporanea, sostenuto da uno stile unico di Barocco e Pop“. 

Reazioni che anche il packaging regala con coerenza: la scatola e la bottiglia sono omaggi alle pareti dei palazzi imperiali, all’interno di esso si trovano alcuni versi di una poesia di Baudelaire, che celebrano un amore travolgente e che ha lasciato impronte nel tempo, la bottiglia in vetro, dalle curve docili e suadenti, è raffinata e gradevolissima alla vista e al tatto. 

Charme profond, magique, dont nous griseDans le présent le passé restauré !Ainsi l’amant sur un corps adoréDu souvenir cueille la fleur exquise.

L’architettura di Désirée però non è affatto banale o scontata: oltre ai tre ingredienti citati troviamo il Pepe Rosa, che anima l’erotismo; la Gardenia e il Gelsomino che riportano all’innocenza, alla dolcezza e all’ingenuità della giovane età, mentre Ambra, Legno di Cedro e Muschio Bianco conferiscono armonia e vitalità, ma anche un guizzo di saggia consapevolezza. 

Piramide Olfattiva: 

  • Testa: Pompelmo, Rosa, Pepe Rosa, Frutto della Passione
  • Cuore: Gardenia, Gelsomino
  • Fondo: Ambra, Legno di Cedro, Muschio Bianco

Conclusioni

Désirée di Rancé colpisce per la sua versatilità. Se inizialmente può dare l’impressione di essere rivolto a un pubblico esclusivamente giovane e impetuoso, la sua architettura lascia spazio, andando in profondità, anche all’utilizzo da parte di utilizzatori più riflessivi e maturi. 

E anche sul piano stagionale, se le sue note agrumate e fiorite possono avere maggior affinità con la primavera e l’estate, quelle sensuali dell’ambra, cedro e muschio ne consentono un utilizzo tutto l’anno. 

Pur essendo una creazione nuova fra le referenze di Rancé, credo che questo profumo abbia tutte le carte in regola per diventare un classico e consolidarsi nel tempo come una melodia ipnotica. Si tratta di una creazione con una storia emozionante, legata agli avvenimenti del tempo passato, ma che esalta la modernità e la gioventù. Una bella scoperta che incontrerà sicuramente il gusto di molte di voi. 

Informazioni aggiuntive

  • Denominazione: Désirée
  • Brand: Rancé 1795
  • Formato:
    • 50 ml – 98 euro
    • 100 ml – 138 euro
  • Dove acquistare: Rancé 1795 è partner delle profumerie e dei negozi di fragranze più belli e prestigiosi d’Italia. Potete trovare lo store più vicino a voi a questo link – CLICCA QUA oppure acquistare sul sito ufficiale: www.rance1795.com..

Rancé 1795

Vai al Sito
Grazie per aver letto questo articolo.
Seguimi anche su
  1. ElyMartyElyMarty ha detto:

    Che opulenza e che note particolari! Segno, se non si era capito sono appassionata di profumeria artistica.

  2. svettysvetty ha detto:

    un profumo Prezioso 😍

  3. RamadaRamada ha detto:

    Casa storica di profumi di tutto rispetto! Le foto sono bellissime

  4. Sara ZinoneSara Zinone ha detto:

    Come si può non sognare , immaginando saloni stuccati, musica di archi e vestiti sontuosi con un profumo così, con un marchio così! Avevo sentito naturalmente parlare di Rancè, ma non credevo che un’azienda così antica fosse stata capace di innovarsi così, preservando la tradizione! Sono davvero molto colpita! La piramide olfattiva di questo profumo, poi, mi piace davvero molto, anche perché contiene esattamente tutte le Mie note preferite! Appena trovò un rivenditore lo proverò ( e vogliamo scommettere che lo acquisterò entro la fine dell’anno?!?!)

  5. Sara BiffiSara Biffi ha detto:

    Le note mi dovrebbero piacere. La confezione è stupenda. Mi piacerebbe tanto annusarlo!!!

  6. svettysvetty ha detto:

    Prezioso 😍

  7. Laura62Laura62 ha detto:

    Semplicemente incantevole! Un pack elegantissimo e romantico. Mi piacerebbe davvero poter avere un sample! A Vanity un grazie per queste perle... ogni volta Elena ci apre un mondo. Splendido articolo, immagini meravigliose.

  8. lulumarlenlulumarlen ha detto:

    leggere i tuoi articoli invoglia sempre alla prova del prodotto. I colori passionali e la lista ingredienti invitante. Devo anche dire che il prezzo, rispetto ad altre marche ,è favorevole. il cofanetto riporta indietro nel tempo e fa pensare ad un contenuto importante, come può essere questo profumo

  9. Ilaria87Ilaria87 ha detto:

    Wow, questo flacone sembra un gioiello e il profumo potrebbe piacermi tantissimo!

Lascia un commento