Profumeria artistica Profumi di Nicchia Review Review High-End Simone Andreoli

Simone Andreoli | Italian Heritage | Soul of Excellence

Un “naso” giovanissimo che viene fulminato dal potere conturbante dei profumi, fin da giovane, sulle secolari vie provenzali delle essenze. La storia di Simone Andreoli è quella tipica dei predestinati, dei Mozart nella musica, dei Messi nel calcio. E’ la storia di un bimbo di otto anni che si innamora, letteralmente, dei fiori, delle spezie degli aromi, che fin dalla tenera età viene educato al multiculturalismo, al senso della scoperta e del viaggio.

A 18 anni torna nei luoghi del suo colpo di fulmine per il mondo delle essenze, a Grasse, capitale mondiale dell’arte profumiera, e inizia il suo percorso accademico all’Institute of Perfumery. A Grasse educa il suo naso geneticamente già predisposto, scopre l’architettura delle fragranze, impara i rudimenti per domarle e plasmarle a suo piacimento. A Cabris affina le sue competenze studiando presso numerosi laboratori di estrazione.

Dopo quattro anni però il richiamo alla terra natia è forte e irrinunciabile: nel cuore di Simone, che nel frattempo viene indicato dagli addetti ai lavori come uno dei più giovani e competenti “nasi” italiani, esplode il desiderio di portare innovazione e tecnica a una proposta spesso standardizzata, povera di racconto e pathos. La filosofia del suo format è chiara: la creazione di un vero e proprio Diario Olfattivo. Ogni profumo è il capitolo di un libro, una ricerca e impressione del tempo di proustiana memoria che si concentra in una bottiglia preziosa e unica.

“Diario Olfattivo” si è arricchito gradualmente di nuovi elementi, di ricordi, esperienze, versi. La cura dell’artigianato italico si è così miscelata al vissuto di Simone Andreoli, per dar vita a profumazioni traboccanti narrazione. E da un amore per la propria terra così viscerale non poteva non sgorgare una trilogia dedicata all’Italia, un patrimonio olfattivo che rappresentasse i cardini organolettici di una nazione, della macchia mediterranea, del mare e del sole. Zest di Sorrento, Mandorla di Noto e Fico Nero di Sardegna, tre Eau de Parfum Intense dedicati alle note semplici e millenarie dell’Italia.

Packaging 

Sfumature blu come il mar Mediterraneo e il cielo del Sud, nelle quali brillano le tinte dorate del sole e dell’estate, con giochi di pattern eleganti, raffinati e al tempo stesso moderni e innovativi. Le bottiglie delle profumazioni Italian Heritage conferiscono subito a chi le tiene fra le mani un senso profondo di raffinata opulenzasostanza, e bellezza mai fuori luogo.

Le linee essenziali, il vetro scuro e le decorazioni oro formano un connubio d’impatto, ma al tempo stesso creano subito una sensazione di serenità e familiarità. Una soluzione ricca, ma discreta, seducente e intrigante, senza mai essere gravosa. I formati sono generosi, 100 ml e garantiscono un legame forte con queste fragranze così significative. 

Zest di Sorrento

Una passeggiata sulla Costiera Amalfitana, da Sorrento ad Amalfi. L’accoglienza di un luogo che il mondo ci invidia, l’allegria e il calore di scenari che sono diventati iconici. E’ intorno a questo concetto che nasce Zest di Sorrento, un omaggio alle terre in cui crescono i Limoni più profumati e apprezzati dell’intero pianeta.

E’ una intensa profumazione vivace, fresca, travolgente nella sua semplicità. Le note di Limone, fiore di Limone, Neroli e Legni danno vita a un inno sincero, a un omaggio dedicato a un lembo di terra di straordinaria bellezza. La fragranza è casual e informale, spensierata come una giornata di vacanza al mare, come una gita fuori porta.

Mandorla di Noto

Immaginate di visitare il laboratorio di un pasticcere siciliano, mago della creazione della pasta di mandorle. Il frutto tritato a mano che esplode in una nuvola di Zucchero, Ambra e Vaniglia, con un accordo poudré che cerca di rappresentare la farina di Mandorle.

In Mandorla di Noto c’è l’eccellenza totale di un ingrediente preziosissimo, di un nota fresca e melodiosa che dà vita alla più pura bontà, a creazioni che sanno di amore, dolcezza, tenerezza. La golosità di questa profumazione non risulta mai pesante o noiosa anzi, è quasi riduttivo definirla gourmand, perché è decisamente molto di più. Immaginatevi seduti al tavolino dell’Antica Pasticceria De Gaetano, dove la timida aria primaverile si amalgama ai profumi che fuoriescono dalla porta del locale dove il pasticcere sta lavorando, dando vita con ricette semplici della tradizione ad antichi sapori: questo è Mandorla di Noto. E’ dedicata a chi vuol sentirsi abbracciato, o a chi desidera abbracciare il prossimo con una carezza profumata.

Fico Nero di Sardegna

Una profumo dal potere erotico, ma che sa essere al tempo stesso tenero e fresco. Fico Nero di Sardegna è un altro maestoso affresco di una terra selvaggia, erosa dal vento, stupenda. Stupenda come i frutti che la abitano, fra cui i Fichi neri di Chia, che con la loro morbidezza si sfaldano fra le dita sprigionando nell’aria il loro incantevole aroma.

Fico Nero di Sardegna è un invito elegante a lasciarsi andare alla passione, all’amore e alla scoperta, ma è anche un biglietto per un viaggio nella macchia mediterranea, fra tramonti mozzafiato e senso di benessere. La dolcezza e la sensualità di Fico Nero di Sardegna sono esaltate dal connubio della Polpa di Fico con il Latte di Cocco e le Foglie di Fico. Un abbinamento travolgente fruttato verde, che risveglierà i sensi di chi indosserà questa creazione unica ed emozionante.

Questo splendido racconto olfattivo creato da Simone, ha come protagonista l’esplorazione del territorio italiano per riscoprire attraverso tre preziose essenze, le eccellenze e le bellezze della nostra bella Italia.

Ho voluto recuperare alcuni tra gli odori apparentemente più semplici dell’Italia quali il Limone, la Mandorla e il Fico e ho pensato di utilizzarli come pretesto per celebrare le numerose ricchezze del nostro Paese, che sono davvero tante e che spesso diamo troppo per scontate.

Di Andreoli amo l’indelebilità delle sue creazioni, i sillage sono sempre corposi e ben strutturati, non a caso se notate parliamo di “Eau de Parfum Intense”, con una concentrazione al 25%.

Se volete anticipare la primavera lasciandovi alle spalle questo lungo e difficile inverno, il modo migliore per farlo è indossare uno di questi profumi. Chiudete gli occhi, inspirate con calma e magicamente verrete proiettati in quel periodo dell’anno dove l’aria tiepida, le risate e la serenità pervadono la nostra vita.

Informazioni aggiuntive:

  • Brand: Simone Andreoli
  • Formato: 100 ml
  • Prezzo: 135 euro
  • Dove acquistare: Potete trovare la collezione presso la Boutique Online Pure Shop – www.pureshop.it. Nel caso aveste dei dubbi è disponibile un Discovery Kit per provare le fragranze.

Siamo orientati alla bellezza attraverso una sensazione di appartenenza. Un sentimento incondizionato in cui riconoscerci e identificarci perché noi apparteniamo alla bellezza e la bellezza, dimora del nostro essere, appartiene a noi. Siamo terra di artisti e geni votati all’eccellenza assoluta, una vocazione profonda che respiriamo fin dalla nascita. Siamo quel piccolo spazio nel mondo in grado di affascinare e di emozionare da secoli attraverso la sua cultura, il suo prestigio e il suo savoir-faire. Essere italiani significa condividere la grandezza della nostra storia e di un territorio comune ma riconoscibile, dai confini evidenti e dai profili netti. Essere italiani è uno stile di vita. Noi non siamo paragonabili ad altri. Noi siamo noi. Simone Andreoli.

SIMONE ANDREOLI

Vai al Sito
Grazie per aver letto questo articolo.
Seguimi anche su
  1. Valeria VenturaValeria Ventura ha detto:

    Era da un po' che mancavo dal blog e..wow! Che novità pazzesche! Sono rapita da questo articolo! Appena ne avrò possibilità proverò il Discovery kit!

  2. La GiovyLa Giovy ha detto:

    Come sempre i tuoi articoli, cara Elena, ci catapultano dentro l’argomento! Sembra che gli oggetti da te descritti in questo caso i profumi di Andreoli, prendano vita è ci accompagnino nel loro viaggio olfattivo! Grazie Elena anche per le splendide immagini. Complimenti ancora!

  3. lulumarlenlulumarlen ha detto:

    Ma che belli, mi attirano mandorla di noto e fichi di Sardegna... Spero un giorno di poterli avere, la profumeria artistica credo abbia quella marcia in più e la poesia che cerchiamo in un profumo

  4. Giusy GagliostroGiusy Gagliostro ha detto:

    Da avere, assolutamente. Si tratta di una nota distintiva, un profumo... profumo di donna...

  5. colombocolombo ha detto:

    mandorla di noto penso proprio che faccia per me, da provare assolutamente!!!

  6. BarbyBarby ha detto:

    Sto entrando da poco nel mondo della profumeria artistica sebbene i profumi non mi abbiano mai particolarmente attratta, ma è evidente che fosse perché non conoscevo ancora questo mondo! Delle tre fragranze mi colpisce in particolare “Mandorla di Noto” amo i profumi gourmand, dolci e talcati, anche se da buona Campana sono incuriosita anche da “Zest di Sorrento”!

  7. Fabrizia ForniFabrizia Forni ha detto:

    I profumi di Simone Andreoli sono tra i più persistenti che io abbia mai provato e il packaging di questo Diario è di una eleganza assoluta. Zest di Sorrento è sicuramente il mio preferito dalla piramide olfattiva, è il cuore della mia Campania. Da sniffare assolutamente!

  8. Chiara FibbiChiara Fibbi ha detto:

    Questi profumi sono veri e propri capitoli olfattivi: pieni, accattivanti e densi come un intenso romanzo che non riesci a posare. Dalla descrizione il primo che mi conquista è mandorlo di noto, ma credo che il discovery kit sarà la soluzione migliore per scoprire e approfondire le opere di questo grande artista

Lascia un commento