Prigen Prodotti per il Viso Review High-End VanitySpaceBlog

I segni dell’età si vedono? prova il siero Gen-Hyal Premium

Buongiorno ragazze e bentornate sul Blog. Pronte per una full immersion nell’acido ialuronico? Oggi ho il grande piacere di presentarvi una realtà italiana davvero innovativa e interessante. Scopriremo insieme PriGen, azienda famosa per la sua attività di ricerca e sviluppo nei diversi settori delle biotecnologie, della farmaceutica, della diagnostica molecolare e infine della dermocosmesi, campo che interessa a noi.

Grazie alla gentilissima Dott.ssa Tonon, ho avuto il piacere di provareun prodotto d’eccellenza: il Siero Premium – Levigante, Filler Estremo, Trattamento urto!

L’unico e innovativo attivo rivoluzionario che troviamo all’interno della formula è: l’ACIDO IALURONICO.

Ma cosa ha di così speciale questo ACIDO IALURONICO?

I ricercatori di PriGen hanno messo a punto e brevettato una tecnologia all’avanguardia  – Tecnologia Glicerosomiale – per il rilascio controllato di sostanze attive ad uso topico sia nel settore dei medical devices che in quello dermocosmetico.

Grazie a questa tecnologia brevettata nel 2013, si ottengono risultati senza precedenti nello sviluppo di formulazioni topiche. I GLICEROSOMI sono strutture completamente biocompatibili costituite da Lecitina di Soia, capaci di proteggere gli ingredienti attivi e promuoverne la loro azione. Recenti studi hanno dimostrato che l’utilizzo di questa tecnologia intensifica l’azione degli ingredienti attivi di oltre 3 volte rispetto alle normali formulazioni. Fonte: Int J  Pharm 455 (2013) 66-74

La Tecnologia Glicerosomiale viene da PriGen sviluppata all’interno dei suoi laboratori, studiando e applicandone i benefici sia in campo dermocosmetico che biomedicale.

Nel 2013 PriGen ha ottenuto il Brevetto Italiano n. 0001398268 mentre è in fase finale anche la domanda per il brevetto internazionale International Application No. PCT/EP2010/001428.

Punti di forza:

•    Aumentare la permeazione cutanea degli ingredienti attivi
•    Proteggere il principio attivo all’interno della formulazione
•    Eliminare o ridurre l’utilizzo di tensioattivi e sostanze grasse.

ACIDO IALURONICO IN ALTA CONCENTRAZIONE…facciamo un pò di chiarezza.

Quante volte abbiamo visto in commercio prodotti per il viso che vantano concentrazioni di Acido Ialuronico superiori addirittura al 70%? Personalmente, moltissime volte. Ci sono delle vere e proprie forme pubblicitarie ingannevoli che portano il consumatore finale a pensare di acquistare un prodotto con al suo interno acido ialuronico per quasi la totalità della formula.

Ciò non è corretto.

  • Maggiore concentrazione = Maggiore densità – una formulazione contente anche solo il 3% di acido ialuronico in alto peso molecolare risulta essere una soluzione talmente densa e viscosa che se posta in un bicchiere e capovolta, questa si muoverà nel bicchiere scivolando molto lentamente verso il bordo. Si presenterà quindi come un gel molto compatto e di difficile spalmabilità.
  • La chiave è il peso molecolare – Le molecole di Acido Ialuronico sono famose per la loro capacità di assorbire la componente acquosa di una formula ed aumentare così il proprio volume. Dovete sapere ragazze che è in grado di trattenere una quantità di acqua anche mille volte superiore al suo peso. Alto, medio e basso, assorbono ovviamente acqua in quantità diverse. La stessa concentrazione di acido di cui parlavamo sopra,  ma a basso peso molecolare, permetterà invece una più semplice applicazione poiché le molecole, risultando più piccole e occupando quindi meno spazio, avranno una minore capacità di assorbire acqua facendo risultare la formulazione meno densa e viscosa.

Il siero PREMIUM che ho provato, ha una concentrazione di Acido Ialuronico pari al 2%.

Ma la domanda vera è: cos’è l’Acido Ialuronico e perché dobbiamo usarlo?

Insieme al collagene e all’elastina, è sintetizzato da particolari cellule chiamate fibroblasti. Come vi ho sempre detto, l’acido ialuronico è uno dei componenti fondamentali dei nostri tessuti connettivi. Il suo compito? quello di conferire alla pelle le sue particolari proprietà di resistenza e mantenimento della forma, grazie alla sua capacità di trattenere molta acqua donando turgore alla pelle.

Il nostro corpo è una macchina perfetta ed ovviamente, metabolizza e scarta questa molecola idrofila ogni giorno ed ogni giorno ne sintetizza di nuovo. Procedimento che anno dopo anno cambia drasticamente. Durante il fisiologico processo di invecchiamento, la produzione diminuisce costantemente, favorendo così la comparsa di lassità, elasticità ridotta, rughe o problemi alle articolazioni, come accade con il processo osteoartrosico. Risulta pertanto molto più abbondante nella cute giovane, che per questo è elastica e compatta, rispetto a quanto sia presente nella cute dell’anziano, molto meno elastica e assai più assottigliata.

DIFFERENZA TRA ACIDO IALURONICO e SODIO IALURONATO.

Perché in cosmesi non viene utilizzato l’ACIDO IALURONICO? Perché è insolubile in acqua. Per scioglierlo lo di deve per forza “salificare”, questo è il termine scientifico giusto. In genere viene creato il sale sodico usando la soda caustica (Idrossido di Sodio – NaOH), infatti il Sodio Ialuronato è il sale sodico dell’acido ialuronico.

In campo medico cosa si usa? sempre sodio ialuronato. Sia per quanto riguarda i filler sia per quanto riguarda le infiltrazioni.

Dopo questa doverosa parte teorica molto importante per capire l’azienda passiamo all’analisi del prodotto.

Il prodotto che ho provato è un siero levigante anti-rughe effetto filler estremo ad alta viscosità e profonda azione levigante a base di Acido Ialuronico ad altissima concentrazione (2%) e doppio peso molecolare. Alto peso molecolare e Basso peso molecolare – 400 kDa + 1.700 kDa. Alleato indispensabile per il trattamento del contorno labbra e dove si formano le rughe di espressione.

INCI: Aqua, Sodium Hyaluronate, Phenoxyethanol, Ethylhexylglycerin.

La lista degli ingredienti INCI è  per convenzione composta in ordine decrescente, cioè al primo posto si indica l’ingrediente contenuto in percentuale più alta, e man mano a seguire gli altri, fino a quello contenuto in percentuale più bassa. Nelle formulazioni Gen-Hyal®l’Acido Ialuronico è sempre contenuto in alta percentuale e si trova tra il secondo e il quarto posto (dopo l’acqua) nella lista ingredienti, seguito dai soli componenti indispensabili per offrire la massima efficacia e ridurre il potenziale allergizzante.

L’alta viscosità del siero, dovuta alla concentrazione massimizzata di Acido Ialuronico, associato al doppio peso molecolare, è in grado di intervenire simultaneamente a differenti livelli dell’epidermide, garantendo un’intensa idratazione. La peculiarità principale dell’Acido Ialuronico consiste nel prevenire il danneggiamento e l’invecchiamento cutaneo, garantendo il giusto grado di idratazione, levigatezza, morbidezza ed elasticità dei tessuti, proteggendo così la pelle dagli stress fisici e chimici. La sua applicazione per via topica contribuisce a sostenere la sintesi del collagene. Non è allergenico in quanto la sua struttura è identica in tutte le specie e risulta quindi facilmente assorbile.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

  • Idratante e nutriente
  • Emolliente e lenitivo
  • Riempitivo anti-età
  • Agevola la riparazione e cicatrizzazione dei tessuti

RITUALE DI APPLICAZIONE

Applicare su pelle detersa e asciutta un piccolissima quantità di gel nelle zone più difficili come il contorno labbra o dove si formano le rughe di espressione. Stendere delicatemante e lasciare asciugare completamente.

La linea Gen-Hyal® è una linea di sieri basata sull’essenzialità delle formulazioni e sull’elevato grado di purezza dei componenti utilizzati, al fine di ottenere la massima efficacia in assenza di potenziali effetti allergenici.

  • Gen-Hyal Plus – Siero Anti-età alta idratazione
  • Gen-Hyal El-Argàn – Crema Dermoserica senza emulsionanti chimici
  • Gen-Hyal Extreme – Siero Intensivo Pelli Stressate
  • Gen-Hyal Premium – Siero Antirughe Effetto Filler Estremo

COSA NE PENSO

Come ben sapete l’acido ialuronico è uno di quei prodotti che avete scoperto e iniziato ad usare grazie a me. A 41 anni suonati, credo di essere la blogger italiana con più esperienza. Ne ho provati davvero tanti, molti si sono rivelati dei flop completi, altri scoperte eccezionali. Il Premium rientra sicuramente nella categoria: scoperte eccezionali.

Texture eterea e impalpabile, dopo l’applicazione non si ha più nessuna percezione della sua presenza. Solo le pelli secche avranno la necessità di stendere successivamente un prodotto per donare elasticità. Dimenticatevi la fastidiosa pecca di molti gel: non sfarina, perché non contiene Gomma Xantana, quindi non pregiudica assolutamente la performance dei prodotti applicati successivamente, ad esempio il fondotinda. Non c’è nulla di più odioso che applicare un siero, a seguire il fondotinta e vedere la pelle completamente zeppa dei famosi “pirulini”.

Inserito in una routine strutturata l’effetto ricompattante è immediato, idrata intensamente la pelle e la aiuta a ripristinare e a conservare il suo capitale idratazione. Dopo qualche settimana di utilizzo le zone del viso più spente e deboli risultano più morbide, luminose, levigate e turgide.

Mi raccomando. Dopo i 30 anni, non dimenticatevi mai di applicare questo genere di prodotti nelle zone difficili e soprattutto BEVETE la giusta quantità di acqua. L’idratazione, quella fondamentale, parte da dentro! Una pelle non dissetata non sarà mai una bella pelle!

Questione prezzo. Come vi dico da sempre quando parlo di High-End, la qualità si paga e anche in questo caso, PriGen non fa eccezione. Soldi ben spesi che ci permettono di avere tra le mani un prodotto dalle alte performance.

PriGen è un’azienda nata nel 2003 da un gruppo di ricercatori esperti nel campo delle biotecnologie farmaceutiche. Impegnata nello ricerca e sviluppo in ambito Biotech e Pharma, svolgen numerosi progetti di ricerca in partnership con noti istituti scientifici e aziende private. Offre servizi di ricerca e consulenza in campo biomedicale e dermocosmetico, affiancando lo sviluppo e la produzione in conto terzi alla commercializzazione dei prodotti della sua ricerca.

PRIGEN ha 3 sedi:

La Sede Legale è in Via A. Garibaldi 1 a Monza mentre le sedi operative (i laboratori di ricerca) sono:

  • Sardegna: è la sede dei laboratori che svolgono principalmente ricerca e sviluppo in ambito dermocosmetico. I laboratori sono presso Sardegna Ricerche, parco scientifico e tecnologico a Pula in provincia di Cagliari.
  • Napoli: è la sede dove vengono svolti i progetti di ricerca e sviluppo in ambito biomedicale e si trova presso l’università di Napoli Federcio II, dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche.
  • Milano: sede di un laboratorio presso il gruppo Multimedica di via Fantoli (è un’IRCCS).

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

  • Denominazione: Gen-Hyal Premium
  • Produttore: Prigen
  • Formato: Flacone in vetro ambrato con dispenser
  • Quantità: 30 ml
  • PAO: 6 mesi
  • Prezzo: 74,95 euro
  • TESTATO PER PELLI SENSIBILI con Patch Test n° 16/000236615

Gli approfondimenti e le nozioni in questo articolo sono tanti ed erano doverosi per spiegarvi al meglio l’azienda e questo fantastico prodotto. Grazie a tutte coloro che sono arrivate fino alla fine della review, spero che vi sia piaciuta e possa esservi utile. Un abbraccio e alla prossima.

PRIGEN

Vai al Sito

11 risposte a “I segni dell’età si vedono? prova il siero Gen-Hyal Premium”

  1. Sailortappo Sailortappo ha detto:

    Sarà uno dei prossimi regali per mia mamma… le aziende italiane DEVONO essere premiate! Da segnarsi l’acquisto 🤣

  2. Stefania bruni Stefania bruni ha detto:

    Prima di conoscere il tuo blog ignoravo l’esistenza dello ialuronico se non per ciò che concerne i filler dal medico estetico. Oltretutto mai fatti😀Ottimo approfondimento dello ialuronico in questo articolo👏🏻
    il prodotto mi tenta moltissimo sopratutto per andare a “riempire” i segni d’espressione. Il prezzo meno…..ma la qualità si paga!!!!

  3. Lunika Lunika ha detto:

    Sono una cretina, ho letto “dottoressa Tonon” e….per tutto il tempo ho immaginato di vederti parlare con Raffaele Tonon vestito da donna ahahah
    Cretinate a parte, vero, ho iniziato ad usare lo ialuronico grazie a te, spero un giorno di potermi concedermi l’acquisto di prodotti di brand di nicchia, intanto, nell’attesa della vincita al superenalotto (oddio, magari dovrei prima iniziare e giocare!!!) mi faccio una cultura e prima o poi dalla teoria potrò passare alla pratica 😉

  4. Chiara Rotundo Chiara Rotundo ha detto:

    A 28 anni ancora segni dell’età evidenti non ne presento ma nonostante tutto l’acido ialuronico non può mancare nella mia routine quotidiana,scoperta fatta grazie a te!!!!
    Ricordo ancora quando mi approcciai per la prima volta ad una nuova concezione di skincare….ero un caso clinico.
    La tipica ragazza con Prep,Nivea e Roberts sul ripiano bagno….con la pelle stressata e che cadeva a pezzi.
    Ora grazie a te sto più attenta….non smetterò mai di ringraziarti.
    Ogni tuo articolo è per me un’occasione in più per continuare a pensare alla cura consapevole della mia pelle ♡

  5. MariarcaPasquetti MariarcaPasquetti ha detto:

    Bellissimo articolo e approfondimento sull’acido ialuronico, soprattutto la precisazione sul sodio ialuronato. Non conoscevo Prigen ma apprezzo come sempre chi è all’avanguardia e fa studi, soprattutto poi se sono cosi trasparenti da pubblicare i risultati del patch test su pelle sensibile. Grazie Elena per l’ approfondimento interessante e la scoperta di questa nuova azienda

  6. Rita Piana Rita Piana ha detto:

    Ormai lo ialuronico è un must nella mia routine e questo siero mi sembra davvero innovativo

  7. Silvia D'Ariano Silvia D'Ariano ha detto:

    Complimenti Elena… non c’è da aggiungere altro! Spero di poter regalare questo fantastico prodotto a mia mamma per il suo compleanno 😍

  8. Delia Lavetti Delia Lavetti ha detto:

    Chiaro ed esaustivo. Aggiungo che l’ideale di un siero sarebbe a base di acido ialuronico a triplo peso molecolare. Alto, medio e basso. Proprio per avere risultati su tre strati della cute: epidermide, derma e ipoderma e stimolare i fibroblasti a produrre collagene ed elastina. In questo modo avremo sia un effetto cosmetico immediato sia, nel breve e lungo tempo un evidente miglioramento della elasticita’ compattezza ed idratazione della pelle.Altra cosa importante oltre a bere molta acqua e’ adottare uno stike di vita sano E…. mannaggia al phenoxiethanol che sta dappertutto.

  9. Romina Galliano Romina Galliano ha detto:

    Bene, lo voglio provare assolutamente, ho il vizio di aggrottare la fronte e ho delle rughe di espressione da paura, soprattutto la linea verticale tra le sopracciglia.

  10. Simona Bruno Simona Bruno ha detto:

    Questo prodotto mi incuriosisce veramente tanto , non ho molte rughe ma ovviamente a 37 anni meglio usare prodotti che aiutano , e questo mi incuriosisce veramente tanto !
    Grazie mille per l articolo bellissimo

  11. Federica Tamburini Federica Tamburini ha detto:

    Come sempre sei bravissima!! Riesci a far capire tutto con la massima semplicità.. che dire, altra eccellenza italiana e altri prodotti da mettere in lista!!!

Lascia un commento