Make-Up

Piteraq – Rossetti Chamarel e il mistero del deserto iridescente

Ciao ragazze, bentornate sul Blog. Come vedete dall’anteprima, oggi parliamo dei rossetti di PITERAQ con relativa analisi armocromatica a cura di Rossetto e Merletto.

Piteraq in groenlandese (una lingua eschimo-aleutina) significa qualcosa come “quello, che ti attacca”. Il Piteraq è un vento catabatico, ovvero un vento freddo di terra, del nord…e nel nostro caso un nuovo vento di bellezza.

Un vento dalla forza possente, che gli permette di soffiare lungo tutto il globo terracqueo. Durante questo viaggio raggiunge i luoghi più incontaminati del mondo, ai quali ruba il segreto di un fascino e di una bellezza unici, per poi scivolare delicatamente sul tuo viso, accarezzandolo e donandogli quella bellezza rubata. Accende così il colore delle tue labbra, apre il tuo sguardo illuminando i tuoi occhi e gioca con le tue ciglia, incurvandole ad arte.

Così nasce Piteraq…così nascono i prodotti Piteraq. I rossetti colorano le tue labbra come morbide dune dai colori rossi accessi. Gli ombretti rubano i colori al lago Prismatic Spring, la cui forma ricorda quella del tuo occhio, donandoti uno sguardo splendente, colorato, unico. Il fondotinta incarna le virtù di Blue Lagoon, lago islandese che coi suoi vapori pare respirare; si prende cura della tua pelle e lascia respirare la tua bellezza. Il mascara inarca le tue ciglia, donandoti uno sguardo intenso e dando loro maggiore forza; una forza della natura come le Pipeline delle Hawaii.

Ogni colore di Piteraq è codificato come se fosse una coordinata geografica. I numeri vanno da 0 a 90, in un crescendo di tonalità e colore, dove a numero basso corrisponde colore più chiaro e a numero maggiore un colore più scuro. I punti cardinali delle coordinate invece danno una informazione in più sul sottotono di colore. Nord e Est indicano un sottotono di colore del prodotto freddo, mentre Sud ed Ovest un sottotono caldo. Leggete comunque le analisi armocromatiche, perché avrete molte più informazioni dettagliate sui vari croma.

I Rossetti CHAMAREL hanno un’altissima tenuta e massima coprenza, per una bocca idratata e naturalmente volumizzata. La speciale formulazione protegge le labbra dall’azione dei raggi UV e ha un’azione energizzante, rivitalizzante e anti age. Per una bellezza al bacio.

I rossetti si chiamano Chamarel come le “Sette terre colorate”, un luogo magico nell’isola di Mauritius, considerato un vero e proprio Eden. Un caleidoscopio di colori unico ed emozionante.

Colori meravigliosi che sembrano dipinti a mano con un pennello. Ondulazioni morbide e incantate. Rosso, giallo, marrone, viola, verde, blu, azzurro…colori che hanno dato vita alle 8 tonalità di Piteraq.

Vediamo ora insieme le colorazioni:

 

75° N – Rosa ciclamino intenso. E’ un rosa freddo che si fonde con il rosso magenta, sensuale e sofisticato. Esalta gli incarnati chiari e rosati, risulta accattivante sulle carnagioni scure;

Stagione Armocromatica: Inverno Profondo Soft (Estate Soft Profonda da sera)

Questo rossetto fa parte insieme ai 62°S e 57°N dei colori più particolari della linea. E’ un mix tra Craving di Mac e Party Line sempre di Mac, anzi ricorda più Party Line che Craving,  solo che il Piteraq ha una punta in più di ciclamino che lo rende a tratti più vivace.

E’ un bellissimo colore, sofisticato, atipico nella sua tipicità.

Ho usato questi termine (atipico nella sua tipicità) per spiegare che il colore in sé è già stato visto, ma come punto di colore non è scontato.

Alle Estati Soft Profonde consiglio di provarlo prima di comprarlo, temo che la profondità svanisca dopo un pochino per fare largo alla vivacità del color ciclamino.


62° S – Rosso lacca, con note color carminio. Classico e intramontabile, è un “must have” nel tuo beauty! Quel colore che ogni donna vorrebbe indossare per un effetto femme fatale assicurato;

Stagione Armocromatica: Primavera Assoluta

Analisi del colore nel dettaglio:

Questo armocromaticamente è stato uno dei rossetti più difficili da capire perché dagli swatch e dal bullet ha un minimo di profondità come rosso e sembrava il classico rossetto da Autunno Assoluto.

In realtà la profondità si perde appena indossato e diventa un rosso caldo da Primavera Assouta.

L’ho studiato un pochino e non riuscivo a capire se c’era l’aggiunta di cremisi alzarina con una piccolissima percentuale di terra d’ombra grezza oppure un rosso Vandyke  con un pizzico arancio cadmio. Magari queste considerazioni tecniche non vi interessano poi molto,  ma a livello armocromatico mi spiego tante cose quando studio i colori nel dettaglio.

Se lo confrontate al sole accanto a Chili di Mac vedete che quest’ultimo è un castano carico di rosso, detto in “soldoni”  Chili è un ruggine.

Il  62°S di Piteraq è un rosso bello vivo con un minimo di profondità che lo può far sembrare un colore da Autunno Assoluto ma in realtà è solo per quegli Autunni Assoluti a cui consiglio colori primaverili in virtù dell’analisi dello stile personalizzata.


48° S – Rosso geranio intenso, con una decisa componente aranciata. Richiama l’estate e dà un tocco di originalità al tuo make-up.  Splendido sulle carnagioni calde o abbronzate, aggiunge brio al look di giorno e sensualità per le tue serate. Non passerai inosservata!

Stagione Armocromatica: Primavera Brillante

Analisi del colore nel dettaglio:

E’ la versione naturale di Morange di Mac. Un arancione cromatissimo contenente molto giallo che ricorda le labbra sporche di sugo.

Quel sugo fresco fatto dalle nostre nonne con i pomodori San Marzano per capirci. E’ molto caldo come arancione ma non lo consiglio sulle Primavere Assolute non solo per via del croma altissimo. Noto che di solito quest’ultime stanno meglio con i rossi che con gli arancioni sparati.

Questo tipo di arancione dona soltanto alle Primavere Brillanti, quando è meno carico di pigmento anche alcune Primavere Chiare sono valorizzate da alcuni aracioni, pescati etc…  Ma deve essere un arancio più diluito e più lucido.

 

25° N – Rosa naturale scuro, vagamente pescato. Effetto nudo su labbra pigmentate e carnagioni medio scure. Veste le chiare, invece, di un colore caldo, romantico, che si accorda ad ogni look! Valorizza la tua bocca conferendo un aspetto sano, fresco e raffinato.

Stagione Armocromatica: Primavera Chiara\Primavera Chiara Soft

Analisi del colore nel dettaglio:

Tecnicamente è un colore da Primavera Chiara però non sarei troppo rigida nel catalogarlo. Vi spiego la ratio: “ è un colore sfaccettato e muta dopo un’oretta che lo si indossa.” Ha una base aranciata molto primaverile. Credo sia stato aggiunto un arancio Cadmio perché aumenta l’intensità  e una punta di rosa corallo. Potrebbe essere adatto anche ad alcune ragazze appartenente all’Autunno Soft Chiaro di quelle che sembrano delle primavere e si accendono con i colori più vivaci dell’autunno soft chiaro.

Considerazioni “frivole”:

Tutti i rossetti Piteraq hanno una durata pazzesca, sono confortevoli, non seccano la labbra ed hanno diverse marce in più. Questo colore è di per sé un colore primaverile, portabilissimo in ogni occasione.


34° N – Fucsia intenso e luminoso, dal sottotono freddo. Accattivante e magnetico, regala energia pura!  Veste le tue labbra di note sensuali aggiungendo un effetto più spensierato, sbarazzino e floreale, come una giornata di primavera. E’ un colore versatile, adatto ad ogni fototipo di pelle;

Stagione Armocromatica: Inverno Brillante

E’ il classico Hot Pink , un rosa diciamo fluo ovvero pieno di colore, senza profondità consigliato alle stagioni brillanti ovvero con il croma altissimo.

A tratti mi ricorda Impassioned di Mac, un pizzico di corallo lo intravedo, ma rimane neutro freddo. Se qualche Primavera Brillante (non sul versante caldo) lo vuole sperimentare “danni non li reca” ^_^


81° N – Rosso vinaccia, con sottotono bluaceo. Avvolgente, audace e sofisticato, conferisce al tuo make up un ricordo retro’.  L’unione delle componenti di rosso e di blu fa sì che questo colore si adatti ad ogni carnagione. Risalta la pelle di porcellana e conferisce carattere a quella ambrata;

Stagione Armocromatica: Inverno Profondo Soft

E’ un berry  neutro freddo (molto neutro in realtà) il più scuro di tutta la collezione. Ricorda tantissimo Dark Side di Mac ma è più neutro e più soft. Swatchati sembrano identici ma indossati sono leggermente diversi.

Considerazioni “frivole”:

Abbinato ad una matita da Autunno Profondo tipo la Auburn di Mac è un colore portabilissimo anche sull’Autunno Profondo. E’ uno dei rossetti che uso di più, a parte il finish che amo di tutti i rossetti Piteraq,  ho più volte affermato  in tutti i miei gruppi che questi rossetti non seccano le labbra e durano tantissimo, poi è un bellissimo punto di berry.

Un colore profondo, quasi carnale. Ho amato Dark Side di Mac appena l’ho visto quindi non poteva non piacermi un colore simile.

13° N – Rosa naturale chiaro, dal sottotono vagamente caldo. Effetto nudo adatto a carnagioni chiare e labbra poco pigmentate.  Il suo colore rosato consente di valorizzare le labbra senza annullarle, conferendo un aspetto sano e decisamente romantico.  Da portare con naturalezza, quotidianamente!

Stagione Armocromatica: Primavera Soft Chiara

E’ un nude rosato leggermente pescato adatto alle primavere soft chiare. La temperatura è assolutamente neutro calda quindi non adatto sulle estati.


57° N – Rosso melograno intenso. E’ deciso, forte e dal leggero sottotono freddo. Una colorazione particolare, raffinata e accattivante.  Si accorda perfettamente alle carnagioni rosate, mentre risalta su quelle olivastre regalando un effetto indimenticabile;

Stagione Armocromatica: Primavera Brillante

Analisi del colore nel dettaglio:

E’ la versione naturale di Lady Danger di Mac. Il classico rosso carico di croma con dell’arancione di base. Punto a favore del 57°N di Piteraq rispetto a Lady Danger di Mac è che quest’ultimo ha più giallo all’interno che lo rende a tratti più caldo e legato alle primavere.

Il Piteraq contiene meno giallo, è si un rosso da Primavera Brillante quindi super intenso, colorato, cromato il classico rosso anni 60, però essendo meno caldo anche qualche Inverno Brillante potrebbe provarlo. Non ha profondità come punto di rosso, quindi rimane un rossetto rosso a croma alto da primavera. E’ un perfetto dupe in versione naturale di My Inner Femme di Mac, un rossetto che uscì in una collezione passata.

Considerazioni “frivole”:

Se siete amanti di questo genere di rossi, qui lo dico e qui lo nego, potete usarli al centro labbra per look serali contornati da una matita più scura. Una sorta di sfumato. I rossetti Piteraq essendo molto cremosi si prestano a essere usati sia con il pennello sia direttamente dal bullet.


Rossetti speciali ragazze…

Una texture incredibilmente vellutata e setosa per un rossetto “senza peso”. L’elevata scorrevolezza permette una facile applicazione anche dei colori più scuri. Le tue labbra saranno morbide ed avvolte in una piacevole sensazione di comfort.  Finish semi-matte e ad alta coprenza, iperpigmentato!

Ingredienti naturali per labbra sensibili:

  • No parabeni, eteri di glicole, silicone;
  • No a pegs, ftalati, edta;
  • No a mineral oil, paraffina;
  • No ciclometiconi volatili (D4, D5, D6);
  • No Alcol;
  • No Glutine;

La speciale formulazione garantisce labbra protette dal foto-invecchiamento, sane ed idratate. Arricchita dall’olio di albicocca, ricco di vitamina A ed E e dal burro di Karitè, svolge un’azione dermoprotettiva altamente nutriente ed emolliente. Proprietà rigeneranti ed elasticizzanti esalteranno il volume delle tue labbra, migliorando l’intensità del colore.

OLIO DI ALBICOCCA: I grassi insaturi, quali acido linoleico e oleico, lo rendono un ottimo nutriente e emolliente. Antiossidante, combatte i radicali liberi e previene i segni naturali dell’invecchiamento. I fitosteroli aiutano la pelle a proteggersi dai raggi UV.

BURRO DI KARITE’: Il burro della salute e della giovinezza. Vanta proprietà antiossidanti grazie al contenuto di Vitamina E. Estremamente emolliente è il rimedio perfetto per proteggere le labbra dagli agenti esterni: raggi solari, vento e freddo, per via delle sue proprietà filmanti e filtranti.

COSA NE PENSO

La prima cosa che mi ha colpita è stata il rilascio di colore…davvero sorprendente per un rossetto quasi totalmente naturale. Le labbra vengono ricoperte da un film sottile che si fonde perfettamente, donando comfort estremo e incredibile leggerezza! I colori sono vibranti, audaci e facilmente modulabili.

Il pack in cartone è delizioso e GREEN! Infatti Piteraq ha ridotto al minimo i costi inquinanti con un packaging eco-sostenibile e riciclabile. Ma non solo, ogni giorno il brand si impegna per aumentare la percentuale di prodotti derivati da sorgenti BIO.

Come avete visto i rossetti CHAMAREL sono disponibili  in 8 tonalità: da quelle naturali effetto nude look a quelle più piene e corpose per labbra chic e glamour.

Tips da make-up artist
Non posso definirli completamente matte come riporta l’azienda. A mio avviso sono semi-matte. Avete timore che il rossetto possa sbavare? in caso di labbra assottigliate dall’età e prive di tono con rughe verticali (il classico codice a barre), potrebbe migrare ed evidenziarle. Ma non temete, utilizzando la classica matita trasparente cerosa, creerete una barriera che terrà il rossetto al suo posto per lungo tempo.

La durata è ottima ed anche questo aspetto mi ha decisamente sorpresa. Restano al loro posto senza muoversi per ore, a patto che non vengano a contatto con cibi unti. In tal caso un buon 50% del rossetto se ne va in maniera omogenea, lasciando un velo di colore decisamente visibile.

Ricordate anche che ogni bocca ha il suo colore, che va oltre il classico gusto personale.

  • Bocca sottile – colore naturale, nude, pastello;
  • Bocca carnosa -potete metterle in risalto scegliendo colori scuri e impegnativi, come l’81°N,

I colori scuri lo sapete, richiedono estrema precisione di applicazione. Usate sempre una matita per le labbra in tono che vi aiuterà a definire il disegno e creerà una barriera contro le sbavature. Non dimenticate il pennellino; con questo accessorio il rossetto aderisce meglio e inoltre l’applicazione è più precisa oltre che più igienica.

Infine PITERAQ ci regala qualche tips per labbra perfette…

  • Idratare! La regola di base per avere delle labbra morbide e polpose è  idratarle e proteggerle sempre dall’azione dei raggi UV. Hai le labbra  screpolate? Usa uno spazzolino a setole morbide per rimuovere la pelle morta.
  • Volumizzare! Per un effetto di massimo volume, con il pennello Labbra delinea il contorno delle labbra e riempi la superficie, tranne nella porzione  centrale. Utilizza un colore in nuance, più chiaro, per la porzione centrale.  Lo stesso risultato si può ottenere applicando nel centro delle labbra un po’ di  rossetto liquido dello stesso colore o del lipgloss.
  • Rimuovi l’eccesso di rossetto, per far sì che non si sporchino i denti,  mordendo un fazzoletto o una velina, dopo l’applicazione. Fissa con la Cipria  Alabastro HD, avrai una tenuta perfetta!

SCHEDA TECNICA

  • Denominazione: Chamarel
  • Produttore: Piteraq
  • Formato: Stick
  • Quantità: 3.5 gr
  • Prezzo: 11.90 euro
  • PAO: 12 mesi
  • Dove acquistare: sul sito di PITERAQ – clicca QUA
  • Certificazioni: Cruelty Free – Vegan Ok

Spero che l’articolo vi sia piaciuto ragazze! L’analisi ARMOCROMATICA dei colori, è stata fatta dalla bravissima GIUSY DE GORI di ROSSETTO E MERLETTO – QUA IL LINK. Passate a trovarla ed iscrivetevi al suo blog. E’ la migliore nel suo campo! Se avete già avuto modo di provare queste piccole meraviglie, aspetto un commento con le vostre impressioni. Un abbraccio e alla prossima…

7 risposte a “Piteraq – Rossetti Chamarel e il mistero del deserto iridescente”

  1. Ary Gold Ary Gold ha detto:

    Un articolo, come tutti quelli che leggo su questo blog, assolutamente completo e ricco di competenza e originalità nel modo di esporre gli argomenti. Utile e accattivante al tempo stesso. Mi avete fatto scoprire qualcosa in più di questo brand che amo. grazie!

  2. Erika Poleggi Erika Poleggi ha detto:

    Bellissimo l’81!! Complimenti articoli scritti con questa attenzione e competenza si leggono raramente!

  3. Lorydelledonne Lorydelledonne ha detto:

    C’è tutto un mondo da scoprire, da studiare e da apprendere…articolo bellissimo, con l’analisi armocromatica di Giusy vi completate alla grande. Devo capire assolutamente a che stagione appartengo :-). Grazie Elena e grazie Giusy!

  4. Alessia Gobbo Alessia Gobbo ha detto:

    Ma cosa nn è il 34!!!!!
    😍😍😍😍

  5. Ely Bricanyl Ely Bricanyl ha detto:

    Io il 75N che metto quasi tutti i giorni, come te ho trovato non essere matte, nello specifico appena applicato rimane lucido e cremoso e poi, dopo mezz’ora su di me assume un finish satinato più che semi matte. Nota dolente è che tenendolo tutto il giorno in borsa, poi devo fargli fare la notte in frigo perché trasuda. Comunque lo strambo, mai più senza 😍

  6. Barby Barby ha detto:

    Bellissimo articolo, molto dettagliato e completo, complimenti ad entrambe.
    Per quanto riguarda i rossetti, non capisco perché ci si ostini ad usare ancora rossetti sintetici quando ci sono queste valide alternative naturali

  7. Chiara Rotundo Chiara Rotundo ha detto:

    Il 25 e l’81 sono semplicemente stupendi 😍😍😍😍 adoro la cura nei dettagli,i consigli di stesura…mi pento sempre più di non aver ancora avuto tempo per fare l’analisi armocromatica….quanto prima devo farla!

Lascia un commento