Curiosità Promozioni

Follicolite. Cos’è e come prevenirla

Follicolite. Cos’è e come prevenirla

getImage.ctr

Ciao ragazze, oggi parliamo di FOLLICOLITE, un fastidio che affligge molte di noi. Capita a tutti. E’ fastidiosa, imbarazzante, talvolta un po’ dolorosa, ma passa presto. Solo in alcuni rari casi sarà necessario rivolgersi al medico per una follicolite.

Perché si manifesta la follicolite da depilazione su gambe e inguine?

La follicolite, come suggerisce il nome stesso, è un’infezione dei follicoli piliferi di origine batterica che colpisce sia le donne che gli uomini. II batterio che più spesso causa quest’infiammazione è lo Staphylococcus Aureus ma può essere causata anche da altri agenti, come il fungo Pityrosporum. I follicoli piliferi si infettano e formano piccoli brufoli bianchi, pus, prurito e pelle arrossata

Cosa causa la Follicolite?

Spesso e volentieri la follicolite è causata dalla ceretta, dal rasoio, dall’uso improprio della pinzetta, abiti troppo stretti, da eccessiva traspirazione e da pelle con dermatiti e acne.

La follicolite da depilazione è anch’essa di origine batterica e si manifesta in quanto la cute essendo continuamente sottoposta a sollecitazioni, si altera a livello chimico e batterico, aumentando il rischio di infezioni.

L’infezione nasce spesso e volentieri  perché i rasoi o gli epilatori non sono stati puliti correttamente e, pertanto, i batteri proliferano su di essi hanno dato origine alla suppurazione. Senza ombra di dubbio il trattamento incriminato è la ceretta. Il suo effetto sulla pelle, spesso e volentieri è più traumatico rispetto a tutti gli altri metodi. Lo strappo con cera a caldo, elimina immediatamente i peli alla radice, ma altera anche l’equilibrio della nostra cute, provocando stati infiammatori e irritazioni.

Non ci sono zone preferenziali dove compare.

Se ne distinguono 2 tipio. Follicolite Superficiale e Profonda.

La follicolite da depilazione può essere di tipo superficiale o profondo. La prima, la più semplice, colpisce la parte più superficiale del follicolo pilifero. Dura pochi giorni e tende a guarire da sola. Quella profonda, invece, è una patologia vera e propria che va curata con l’aiuto di un dermatologo, un’adeguata terapia farmacologica e può durare anche molti giorni.

Come appaiono le zone colpite da Follicolite?

* Primi tra tutti i peli incarniti: quell’odiosa crescita sottocutanea del pelo che non riesce ad uscire in superficie e che tutte noi odiamo;

* Nella zona dell’inguine soprattutto, compaiono fastidiosi brufoli con pus;

* Nei casi più importanti, compaiono pustole anche di grandi dimensioni. Vere e proprie lesioni con pus.

* Macchie sulla pelle di colore scuro;

* Forte prurito e in rari casi dolore;

Tenete d’occhio la vostra follicolite e non trascuratela perché può comportare la nascita di cicatrici, soprattutto quando è profonda. Ve ne accorgete quando è profonda perché il tutto non si risolve dopo circa 3 giorni.

Inoltre prestate molta attenzione quando il problema nasce da batterio o fungo. E’ contagiosa se condividete rasoi o asciugamani in casa. E’ tipica degli uomini (Tinea barbae) produce piccole pustole a livello di mento, mascella e labbro superiore. Il disturbo si aggrava con la rasatura. Quindi ripeto, occhio agli asciugamani che condividete con il vostro compagno.

Se la follicolite si ripresenta con una certa frequenza, in forma lieve, si possono mettere in atto una serie di strategie e trattamenti preventivi per cercare di arginare il fenomeno:

* Parola d’ordine: ESFOLIAZIONE. Se volete prevenire la comparsa dei peli incarniti, levigate la cute con un guanto esfoliante quando fate la doccia. In questo modo eliminerete al meglio le cellule morte e gli strati di pelle che impediscono la fuoriuscita del pelo dal bulbo. Abbiate l’accortezza di non passarlo per almeno 4 giorni dopo l’epilazione. Anche lo scrub è un ottimo rimedio contro i peli incarniti, ma il guanto è sicuramente più indicato. Utilizzare saponi antibatterici e creme a base di acido glicolico, esfoliante, riduce le possibilità di contrarre la follicolite da depilazione con conseguente comparsa di peli incarniti. Rimedio per eccellenza il SAPONE NERO molto basico, che leviga perfettamente la cute abbinato al guanto in Kessa.

* Secondo punto: DISENFEZIONE. Ricordatevi sempre di disinfettare la cute prima e dopo ogni depilazione. Potete usare un qualsiasi detergente igienizzante, su cute integra ovviamente. Poi potete passare al terzo punto.

* Terzo punto: IDRATARE, IDRATARE E IDRATARE ANCORA. Non dimenticatevi mai di idratare e nutrire la vostra pelle. Dopo qualsiasi trattamento di epilazione, se ne va anche lo strato superficiale della pelle, rendendola molto più soggetta a infiammazioni varie. Reidratate e nutrite dopo ogni depilazione. Crema idratante, olio, burro. Scegliete la soluzione più consona per voi.

Un rimedio che io uso spesso e volentieri per prevenire la follicolite è la LAVANDA. L’Acqua di Lavanda è molto lenitiva ma soprattutto dermopurificante. Potete spruzzare questa acqua oppure miscelare 2/3 gtt di oe in una noce di Gel d’Aloe. Indicato anche l’oe di Tea Tree per le sue proprietà antibatteriche e antifungine.

Ottimi oli essenziali per questo problema sono il Timo e il Bergamotto.

RIMEDIO DELLA NONNA – IMPACCO ALLA MALVA.

Per lenire i fastidi della follicolite potete fare un impacco alla malva. Mettete in un pentolino mezzo litro di acqua con 25 g di foglie e fiori di malva essiccati. Lasciate bollire per 10-15 minuti. Quando l’infuso è tiepido, filtratelo e applicatelo tramite il supporto di una garza sterile sulla parte colpite da follicolite per circa 20 minuti.

Le ragazze che soffrono costantemente di Follicolite devono avere l’accortezza di seguire tutti i punti spiegati sopra e prendere anche in considerazione prodotti contenti Acido Salicilico e Ossido di Zinco. La bellissima Alchimia Natura ha un prodotto stupendo che si chiama PASTA BIOLASSAR. La spalmate sulle zone colpite più spesso subito dopo la depilazione. Contiene Acido Salicilico, Ossido di Zinco, Elicriso e Vitamine.

Link: http://shop.alchimianatura.it/dettaglio?a=79

In commercio esistono anche diversi spray all’Acido Salicilico. Io uso spesso e volentieri questo: http://www.efarma.it/canova-salipil-spray-100-ml-spray-per-l-acne.html

Alla prossima ragazze…

3 risposte a “Follicolite. Cos’è e come prevenirla”

  1. ailovbiuti ha detto:

    Santi consigli! Gia’ sólo façendo scrub è idratando bene, la mia situazione è nettamente migliorata.

  2. SabinaS ha detto:

    Dici che potrei trarre qualche giovamento usando il sapone al glicolico Taffi? Visto che in faccia non riesco più ad utilizzarlo… 🙁

  3. AnastasiaC ha detto:

    Molto utile, proverò con l’acqua di lavanda.
    Grazie <3

Lascia un commento