Curiosità Promozioni

Erbe Indiane – Quali sono e come si usano

Erbe Indiane – Quali sono e come si usano

SpicesusedinIndiancooking-1503x1000

Molte di voi si stanno avvicinando alle Erbe Indiane. Mi chiedete spesso e volentieri delle delucidazioni, questo articolo nasce per fugare ogni vostro dubbio.

COSA POTETE FARE CON LE ERBE INDIANE?
– Lavare i Capelli
– Fare impacchi prima dello Shampoo
– Fare impacchi Dopo lo Shampoo su capelli ben tamponati.

Le erbe indiane più conosciute sono le erbe lavanti, quelle che rilasciano saponine ^_^ In primis SHIKAKAI E REETHA. SHIKAKAI inoltre è anche condizionante (districa) insieme a METHI. Ma non tutte sanno che la la maggior parte delle erbe indiane nascono per curare il nostro cuoio capelluto, infatti agiscono in maniera ayurvedica per ripristinare ogni tipo di squilibrio.

Se ad esempio avete problemi di sebo in eccesso, NAGAR cura questo squilibrio. Aumentando il sebo in caso di carenza o diminuendolo in caso di eccesso.

Altre erbe agiscono contro la caduta. Ma come spesso vi dico, vanno massaggiate bene, con cura e per alcuni minuti. Avete presente l’Olio Rivitalizzante di Khadi? Ecco, stessa cosa. Si massaggia per almeno 10 minuti in modo da riattivare bene la circolazione e permettere ai suoi attivi di agire in maniera perfetta.

Sono erbette ragazze, quindi non profumano ^_^ Motivo per cui molte non le usano. Sbagliando, perché è possibile aggiungere ai vostri composti delle Erbe per profumare ad esempio sono ottime Kapoor kachli, kalpi tone (miscuglio di erbe). In questo modo il vostro impacco prenderà una profumazione molto più gradevole ^_^

Altra cosa importante da tenere presente è che le erbe scuriscono i capelli. Shikakai, Kalpi Tone e soprattutto Amla. Non è necessario utilizzarle sempre per notare la differenza, a volte anche dopo un’applicazione si notano delle punte di colore in più. Ovviamente non tutte siamo uguali e ci sono Vanityne che non notano differenze sostanziali ^_^ Quindi vi consiglio sempre di provare su una ciocca nascosta, per vedere che tipo di reazione hanno i vostri capelli.

COME SI PREPARANO LE ERBE? ^_^

In maniera molto semplice ragazze. Con acqua calda. Mai con acqua fredda. Io addirittura uso un infuso ^_^ a volte uso la camomilla, a volte il Karkadè, a seconda dell’umore ^_^

Come dose dipende dai vostri capelli. Mettete 1 o 2 cucchiai (anche di più se fate dei mix) in una ciotola e piano piano aggiungete l’acqua ben calda o il vostro infuso, mescolando sempre. Dovrete ottenere un composto morbido, non troppo denso se lo usate a capelli asciutti, se invece lo usate per lavare la consistenza dorà essere abbastanza fluida. Va poi lasciato macerare, coperto con pellicola trasparente per circa una mezz’oretta.

A questo punto siete pronte per applicarlo sui vostri capelli ^_^ Se desiderate fare un impacco lo applicherete a capelli asciutti. Partite dalla cute e quello che avanza lo spalmate sulle lunghezze. Durante il periodo di posa, massaggiate con cura la cute con i polpastrelli, raccogliete poi i capelli, avvolgete con la pellicola da cucina e lasciate in posa per almeno 40 minuti. Non meno. Le Erbe vanno fatte agire, quindi metterle per 5 minuti non ha senso. Terminato il periodo di posa, sciacquate abbondantemente e poi fate uno shampoo leggero e delicato.

Io lo dico da sempre ^_^ L’ultimo riscicquo si fa con acqua e aceto o acqua e limone, in che quantità vi chiederete: per un litro di acqua basta un dito di aceto o limone ^_^

Se invece avete preparato un mix lavante dovrete bagnare i capelli prima. Il procedimento è lo stesso che vi ho spiegato sopra. Durante il massaggio se ritenete necessario potete bangare ulteriormente la testa (senza esagerare sennò lavate via tutto). Come posa il tempo si riduce a 15 minuti. Sciacquate e applicate il vostro balsamo sulle punte. Dopodichè risciacquate il tutto e fate uno shampoo leggero (ultimo risciacquo sempre con aceto o limone).

Quante volte si possono usare?

Tutte le volte che volete ragazze ^_^

Molte di voi mi hanno chiesto come evitare l’impacco perché non si trovano. In alternativa le vostre erbe possono essere usate sotto forma di tisana ^_^ Vi basta preparare una tazza di acqua calda e versare la vostra erbetta scelta o mix, coprite con la pellicola trasparente e lasciate macerare per 30 minuti. Se nel vostro mix è presente un erba lavante tipo Aritha o Shikaki, fatele bollire da sole per 10 minuti, poi spegnete il fuoco e aggiungete a macerare le altre erbe scelte. Terminato il tempo di posa, filtrate il tutto e procedete all’applicazione. Usate la lozione sulla cute, massaggiandola con calma e stimolandola con movimenti circolari. Usate sempre i vostri polpastrelli ^_^ la rimanenza sulle lunghezze. In posa sempre per 30 minuti.

Sperimentate ragazze ^_^ Ognuna di voi deve trovare il proprio modo e il proprio mix.

Riassumendo, per cosa si utilizzano le erbe?

– Per stimolare la crescita dei capelli
– Per regolare la produzione di sebo, per capelli e pelle
– Per controllare la forfora
– Per dare volume
– Per ingrossare il diametro del fusto capillifero
– Per profumare
– Contro la caduta eccessiva dei capelli
– Per lavare e condizionare i capelli

Inoltre si utilizzano anche per il viso ^_^
– Per pelli impure
– Per pelli secche, eczemi, psoriasi
– Per pulire la pelle in profondita ed illuminare l’incarnato

Dove si possono comprare:
www.spicesofindia.co.uk/acatalog/Herbal-Hair-Powder.html Erbe Hesh
www.aroma-zone.com/catalogsearch/result/?sq=ayurv%C3%A9dique+&order=relevance&dir=desc&limit=12 

www.erbedijanas.it

Le erbe in breve:

Amla (Emblica Officinalis) ricchissima di vitamina C, ottima in oleolito di cocco per la cute, scurisce, ingrossa il fusto.
Aritha (vedi reetha)
Baheda (Teminalia Belerica) o vibhitak, si usa l’infuso per la ricrescita, contro prurito
Bakuchi (Psoralea Corylifolia) l’oleolito in olio di cocco aiuta la ricrescita, contro la forfora
Brahmi (Bacopa Monnieri) contro incanutimento e rafforza il bulbo promuovendo la ricrescita di capellini nuovi
Fenugreek (vedi methi)
Kapoor Kachli (Hedychium Spicatum) o kapoor kachri: stimola il bulbo a produrre capellini nuovi, antisettico, ottimo contro la forfora, ha un profumo paradisiaco.
Karpoor (Cinnamomum Camphora) o Camphor Powder: in oleolito di cocco ottimo per la forfora e contro la caduta.
Kuth (Saussurea Lappa) o Costus: per la ricrescita, contro incanutimento e  lavante
Maka (Eclipta Alba) o bhringaraj: ottimo contro l’incanutimento e per stimolare la crescita di capellini nuovi
Methi (Trigonella Foenum Graecum) o fieno greco in polvere: districa e lascia profumo, contro prurito e forfora, contro perdita di capelli stimola il bublo a lavorare, ottimo nel trittico shikakai reetha methi.
Nagarmotha (cyperus rotundus) o nagar motha: regolarizza il cuoio capelluto in modo ottimale (se è grasso lo asciuga, se è secco stimola la circolazione e la produzione del sebo giusto, colorante (color mattone) che scarica dopo qualche lavaggio.
Neem (Azadirachta Indica) il suo effetto non differisce dall’olio, ma non ha per fortuna lo stesso odore, ottimo contro la forfora.
Reetha (Sapindus Mukorossi/Trifoliatus) nota anche come aritha: polvere delle noci del sapone, si trovano anche le noci intere. Lava bene, ottimo contro la forfora, non usarla mai da sola perché è un po’ aggressiva. Ottima in coppia con la shikakai.
Robbia (Rubia Cordifolia) o manjishtha, ottima per la pelle, dà un color rubino ai capelli, ottimo usato assieme all’henné.
Shikakai (Acacia Concinna) la panacea di tutti i mali per i capelli! Lava e condiziona allo stesso tempo, ottima usata anche da sola.
Til (Sesamum Indicum) è praticamente il sesamo: funziona contro incanutimento e contro la caduta promuovendo la ricrescita.
Tulsi (Ocimum Sanctum) ottimo in oleolito di cocco e ricino per la cute, fa bene al prurito e alle crosticine, contro la caduta e contro l’incanutimento dei capelli.

Una replica a “Erbe Indiane – Quali sono e come si usano”

  1. lunika ha detto:

    Interessantissimo articolo Elena, grazie!
    Vorrei iniziare ad usare le erbette (i miei capelli sono stati di recente bruciati da una parrucchiera…stendiamo un velo pietoso) ma a quel che so le erbe non vanno bene su capelli trattati/da trattare, perchè se trattati da poco non agiscono e , al contrario, se da trattare non fanno poi “attaccare” il resto, è solo una diceria o è verità? Io faccio da qualche anno la permanente, l’ultima l’avrò fatta circa 7/8 mesi fa, non so se continuerò o meno a farla (i miei capelli immagino preferirebbero di no ma io mi vedo proprio meglio con i capelli mossi) quindi temo che le erbette possano non farla attaccare se la cosa che sapevo è vera!
    Puoi illuminarmi in merito? ho poche idee e confuse ahahah!

Lascia un commento