Cura del Corpo VanitySpaceBlog

Dry Skin Brushing – Il metodo naturale per una pelle perfetta

bodybrushing02

Lo sapete che con soli 5 minuti al giorno, potrete superare la prova bikini? Si, avete sentito bene ragazze, ed ora vi spiego come.

Come ben sapete il nostro corpo ha 5 percorsi principali per l’eliminazione delle sostanze di rifiuto:

  • Colon
  • Reni
  • Fegato
  • Polmoni
  • Pelle

Tra questi la pelle è l’organo più esteso per eliminarle, tanto da essere chiamata, spesso e volentieri “il terzo rene” per via del suo ruolo nella disintossicazione del corpo.

Ma veniamo a noi.

La magia detox si chiama Dry Body Brushing (o dry skin brushing) ed è una moda che spopola in Italia dal 2016. La spazzolatura del corpo a secco per 5 minuti al giorno, è un metodo semplice e a costo zero per un corpo a prova di bikini. Grazie a questo procedimento aiutiamo gli organi ed eliminare le sostanze di rifiuto, attraverso la stimolazione delle setole ed il movimento dal basso verso l’alto (o meglio, verso il cuore).

Una moda lanciata dalla TOP Cindy Crawford (ne parla nella sua autobiografia “Becoming”), ma non solo. Ne parlano tutti, blogger, vlogger, centri estetici, medici, modelle…sta letteralmente spopolando.

Un pò in ritardo dico io, visto che il BODY BRUSHING è un metodo ANTICHISSIMO, usato per secoli per i suo molteplici benefici che vanno ben oltre l’inestetismo della cellulite. Il medico Finlandese Dr Paavo Airola, già 30 anni fa lo consigliava ai suoi pazienti. Idem il Dr Jack Soltanoff, chiropratico di Woodstock, vissuto quasi 100 anni fa.

Una tecnica di bellezza che le dive degli anni ’50 conoscevano molto bene. Ma in realtà dove nasce? sempre da lui…la spazzolatura a secco è stata introdotta dall’abate Sebastian Kneipp.

Ve lo ricordate? ne ho parlato nella recensione della Micellare di Alkemilla. Di salute molto cagionevele, per curare i suoi mali, in seminario iniziò a studiare e ad amare i rimedi naturali. Ebbe la grande fortuna di ricevere dal destino un libro di Siegmund Hahn sul potere curativo dell’acqua…Kneipp non vi ricorda proprio nulla? Il Percorso Kneipp che trovate alle terme o SPA…E’ lui il padre dell’idroterapia.

Iniziò i suoi studi partendo dall’acqua fredda immergendosi nelle acque del Danubio per lottare contro le aspettative di vita che i medici gli avevano lasciato sul collo. E la sua salute ne giovò in maniera impressionante. Infatti morì a 76 anni. Siamo a metà dell”800 ragazze, un periodo lontanissimo da noi ma ricco di grandi insegnamenti.  Vi consiglio di leggere molto su questo abate perché scoprirete tante chicche davvero sorprendenti.

BENEFICI DELLA SPAZZOLATURA A SECCO (Garshana nella medicina ayurvedica)

  1. Riduce la cellulite
  2. Stimola il sistema linfatico
  3. Rimuove gli strati di pelle morta
  4. Rafforza il sistema immunitario
  5. Rassoda la pelle
  6. Tonifica i muscoli
  7. Migliora la circolazione
  8. Riduce la comparsa di peli incarniti

QUALE SPAZZOLA USARE

dry-body-brushing

  • Usare una spazzola con setole naturali. Per la parte posteriore del corpo la spazzola deve essere provvista di un manico
  • La spazzola NON DEVE MAI essere bagnata
  • Se avete tappeti in bagno, prima di iniziare spostateli in modo che sia più facile pulire dopo
  • Spazzolare il corpo, a secco, prima della doccia, possibilmente al mattino
  • Dopo la spazzolatura fate una doccia rigenerante ed applicate il vostro trattamento quotidiano
  • Ricordate che è importantissimo lavare la vostra spazzola una volta alla settimana con sapone delicato e lasciarla asciugare in modo naturale

Io eseguo la spazzolatura da diversi anni e mi sono sempre avvalsa di strumenti naturali e semplici. Settimana scorsa ho ricevuto da PrimitivOil un pacchetto che conteneva oltre al famoso OLIO ANTIAGE, anche questa meravigliosa SPAZZOLA con setole in Tampico, ricavate dalle foglie dell’Agave Messicana e impugnatura in legno di Faggio, che diventerà la mia alleata per i prossimi mesi. La trovate sul sito di PRIMITIVOIL al costo di 23.50 euro.

spazzola-nel-pacchetto

giusta

spazzola-03

Noterete che esistono diversi tipi di setole. Per aiutarvi a trovare quella ideale per voi, vi spiego di seguito le principali differenze.

  • La fibra di “Tampico” (setole rigide), come vi ho detto sopra, è ricavata dalle foglie dell’Agave messicana. Risulta perfetta per rimuovere in profondità tutte le impurità e le cellule morte. Non ideale per una pelle molto sensibile.
  • La fibra di “Cocco” (setola media), chiamata anche fibra Coir, si ricava dalla noce di cocco essiccata ed è molto resistente all’acqua, motivo per il quale viene utilizzata oltre che per la spazzolatura a secco anche per il lavaggio.
  • La fibra naurale (setola morbida) è ideale per il massaggio delicato delle pelli sottili e sensibili.
  • I denti in legno (per un massaggio intensivo) Ve ne parlo spesso ^_^ Grazie al loro effetto drenante sono utilizzati per il massaggio anticellulite; perfetti per applicare e rendere ancora più performanti i prodotti detox anticellulite.

Come si esegue il BODY BRUSHING – Step-by-Step

drybrushchick

 

Nell’immagine potete vedete i movimenti da eseguire.

Si parte sempre dai piedi e si sale, in direzione del cuore. Ricordate. Ci si spazzola sempre nel senso della circolazione sanguigna (mai il contrario), partendo dal piede destro (dalla pianta al dorso), per risalire lungo le gambe e poi verso il bacino. Dal basso ventre allo sterno, dalle mani fino alle spalle. Davanti e dietro.

Non effettuate solo una passata, ogni movimento circolare va ripetuto almeno 5/6 volte, insistendo maggiormente nei punti più soggetti a cellulite.

Lungo la pancia e il torace andate sempre in direzione del cuore. Quindi dalla pancia verso l’alto e dal petto verso il basso. Nel basso ventre risultano perfetti i movimenti circolari in verso orario così da stimolare il normale movimento intestinale. Se soffrite di colon irritabile, il movimento migliore è antiorario.

Per il viso e per il collo i movimenti cambiano completamente e con essi anche la spazzola da utilizzare. Vedremo questo tipo di massaggio più avanti, in un prossimo articolo.

CONTROINDICAZIONI

Io eseguo il DRY BRUSHING 3 volte alla settimana. Non lo faccio tutti i giorni perché ho la pelle del corpo sottile e tendenzialmente secca. Una pelle sana e normale può tranquillamente eseguire la tecnica anche tutti i giorni prima della doccia.

Iniziate con pochi minuti al giorno, per permettere al corpo di riconoscere il nuovo rituale, fino ad arrivare nel tempo, MASSIMO a 10 minuti. Non di più.

Tenete conto che questo tipo di esfoliazione non giova a disturbi cutanei conclamati, di conseguenza, se siete affette ad esempio da eczema, tagli, psoriasi, ecc ecc, evitatela. Tuttavia, al contrario, se soffrite di cheratosi piliare (il classico inestetismo con proturberanze ruvide e arrossate chiamato anche Pelle di Gallina) ne trarrete grande giovamento.

Ricordate ragazze…massaggiate con movimenti lenti, lunghi e regolari. Non utilizzate troppa forza, il massaggio deve essere piacevole, rilassante e non doloroso altrimenti il corpo si “chiude” e non ne trarrete giovamento.

Conoscete già questo metodo ragazze? io come vi ho scritto sopra, lo faccio da anni con risultati ottimali. La pelle è pulita, luminosa, i peli sottopelle praticamente spariti, circolazione linfatica migliorata, grana omogenea. Insomma, ve la consiglio davvero di cuore. Lasciatemi un commento per raccontarmi la vostra personale esperienza, vi aspetto. Un bacio ^_^

spazzolagenerica

 

31 risposte a “Dry Skin Brushing – Il metodo naturale per una pelle perfetta”

  1. Lunika Lunika ha detto:

    Adoro questa tecnica, ho preso la spazzola di Cose della Natura dopo aver letto il tuo articolo e mi piace tantissimo. Ho scelto un modello con manico removibile in modo da poterla utilizzare con facilità su tutti i punti del corpo. La trovo piacevole e rilassante, oltre che benefica! Grazie per avermela fatta scoprire…e intanto…diffondo il verbo tra le amiche ahahahha

  2. Rita Piana Rita Piana ha detto:

    Proverò, io ho una spazzola di cose della Natura. Unica paura che sia troppo per me ho la pelle delicata e sottile

  3. Alessia Durso Alessia Durso ha detto:

    Articolo molto interessante. Qualcuno puó consigliarmi una spazzola a setole morbide(fibra naturale) buona o anche una marca? ?

  4. Aniela Nastasa Aniela Nastasa ha detto:

    Ho letteralmente “mangiato” questa post. Prossima tappa, cercare la spazzola e farla mia ?
    Non vedo l’ora di migliorare l’aspetto della mia pelle ?

  5. Veronica LaVe Veronica LaVe ha detto:

    Ciao ragazze ciao Elena
    ma secondo voi questa cosa da benefici anche sulla cellulite profonda? oddio…..non so se si dice cosi’ 🙂
    intendo dire se pesi 65 chili ne hai un pochino ok fa bene
    se sei sovrappeso tipo mia mamma e’ utile o no?
    ne avete idea?
    grazie mille
    Vera

  6. Barby Barby ha detto:

    Ho cominciato questa pratica da un mesetto circa: spazzolatura a secco seguita da doccia e massaggio con olio anti cellulite Khadi: la pelle è visibilmente tonica e compatta e rimane liscia ed idratata più a lungo. Mi sa che non torno più indietro!

  7. Sara Castellano ha detto:

    dopo aver letto la recensione … corro ad acquistarla!!!!!

  8. serena.rosati ha detto:

    Mi interessa molto. Per troppo tempo mi sono concentrata unicamente su viso e capelli, pensando che la pelle del corpo non avesse bisogno di particolari cure a parte una crema anticellulite e uno scrub ogni tanto. Sto cominciando a pensare seriamente che a 26 anni ormai è il caso di trovare una buona routine corpo

  9. stefania bruni ha detto:

    Non conoscevo questa tecnica….interessante!
    Grazie Elena per tutti i preziosi consigli che fornisci sempre con passione ed entusiasmo. Per una persona come me, con tanta voglia di sapere e di apprendere sempre cose nuove, averti incontrata è stata una gran fortuna! Nulla avviene per caso

  10. Ges ha detto:

    Articolo interessante, completo e, per quanto mi riguarda, rivelatore.
    Dry Skin Brushing, da provare.

  11. chrtrr ha detto:

    Grazie Elena, sono veramente curiosa di provare questa tecnica. L’unico dubbio è che io ho avuto 2 interventi addominali e la mia pancia è un po’ un disastro, ho delle cicatrici che mi fanno male su tutta la superficie. Se salto questa zona posso compromette la riuscita del trattamento?

  12. virna77 ha detto:

    Proverò a farlo e vi farò sapere…Inizierò con 2-3 volte la settimana. Poi magari con la bella stagione aumenterò la frequenza

  13. DolceVio ha detto:

    Provato il trattamento in un centro estetico proprio con il Primitivoil. Pelle stupenda dopo! Inoltre mi hanno donato la spazzola, adesso devo solo usarla anche a casa 😀

  14. mony zara ha detto:

    Adoro❤una tecnica utilissima…se nn l’avete mai provata…iniziate

  15. elisewinsblog ha detto:

    Io le ho sempre viste queste spazzole, ma ne sono stata poco interessata perché non ne capivo l’utilizzo, anzi credevo si usassero da bagnate! Mi hai incuriosita, proverò sicuramente la tecnica. 😉

  16. rossellaomg ha detto:

    Praticamente non ho mai sentito parlare di questo metodo. Spazzolarsi a secco.. non c’ho mai pensato anzi, in realtà pensavo che non fosse possibile una cosa simile e invece.. ma tu pensa!

  17. Isabella De Simone ha detto:

    Questo articolo mi ha colpita molto. Mi intrigano molto queste pratiche. Grazie di cuore dei consigli, provvederò presto a prendere la spazzolina adatta a me e iniziare questa routine quotidiana!

  18. elenalice ha detto:

    A parte una passata generale e superficiale sotto la doccia peraltro, non ero a conoscenza di una cosa del genere e sono felice di averla scoperta adesso!Non pensavo potesse essere positivo e addirittura giovare alla nostra pelle,nonché a tutta una serie di fattori annessi ,come tu dettagliatamente hai elencato, spazzolare a secco la pelle del nostro corpo!Proverò non appena riusciro’ad acquistare una spazzola adatta!Aggiungo che trovo ottimo e di assoluta importanza ,il suggerimento di cominciare gradatamente x far abituare la nostra pelle ad una nuova routine .Thanks a lot

  19. Chiara Fibbi ha detto:

    Potrebbe essere la soluzione per la mia eterna doppia ricrescita tra una depilazione e laltra. Non avrò mai la costanza di farlo tutti i giorni, ma almeno iniziamo a provare prima della doccia!

  20. Sarah ha detto:

    Interessantissimo!!! Ma sono curiosa anch’io se una zona delicata come l’ inguine va evitata o se con qualche accorgimento si possa fare anche lì!

  21. Bisy ha detto:

    Interessante articolo,grazie Elena!! Si può usare questo metodo sull’inguine? E si può fare lo scrub dopo?

  22. Crismag ha detto:

    Esattamente l’articolo che attendevo. Ho acquistato la spazzola da tempo ma mi mancavano le indicazioni per adoperarsi in maniera corretta. Top come sempre Elena.

  23. Volpe Margherita ha detto:

    Misà che questa sarà una nuova dipendenza!!!! Mai provato perchè non ne ero a conoscenza ma sono sicura che la pelle ne gioverà tantissimo, sopratutto se lo consigli tu cara Elena 🙂

  24. armoniosa86 ha detto:

    Articolo molto interessante e sono sicura che il Dry Skin Brushing sia efficace. Per chi ha costanza cambia la pelle profondamente.

  25. mcostantino3 ha detto:

    Ciao Elena! Che bello questo articolo! Non ho mai utilizzato questa tecnica però mi sembra molto interessante, oltre che il beneficio estetico, i massaggi sono anche rilassanti e giovano al buon umore! Diventerà una bella coccola ❤

  26. Barby ha detto:

    Direi che è il caso di cominciare a fare le pulizie di primavera.. quindi si può alternare al normale scrub?

  27. Mary ha detto:

    Questo articolo è davvero molto interessante! Da tempo cercavo un trattamento contro gli inestetismi della pelle.. comprerò una spazzola e proverò questo metodo

  28. MariarcaPasquetti ha detto:

    Molto interessante, non sapevo dell’esistenza di questa tecnica, come sempre mi apri nuovi orizzonti conoscitivi XD. Io soffro di psoriasi sui gomiti e cheratosi pilifera sulle cosce, potrei fare questa procedura evitando solo la zona dei gomiti?

  29. Fedibrunelli ha detto:

    Articolo e pratica davvero molto interessante. Ho solo una somanda da porti: sulle gambe o davvero due o 3 capillari che si vedono ma è davvero minimo il problema. Potrei urilizzare questa tecnica evitando di passare su queste piccole aeree? O me lo sconsigli?
    Grazie per questo stupenso articolo!

  30. Ilenia92 ha detto:

    Conosco questo metodo e lo utilizzo da un anno circa. Non sono molto costante questo devo dirlo 😀
    Inizio soprattutto con la primavera. Io utilizzo una spazzola tonda con un pomello, molto comoda
    Articolo molto interessante come sempre 🙂

  31. Y6la ha detto:

    Mi interessa ho intenzione di prendere spunto da questo articolo, per iniziare, magari trovo la soluzione per i peli sotto pelle, ma soprattutto per rendere più luminosa la pelle.

Lascia un commento