Curiosità VanitySpaceBlog

Cellulite & Sport: quale scegliere?

tonificare glutei funzionale

Ciao ragazze, come ben sapete l’attività fisica è un toccasana contro la cellulite, ma dovete prestare molta attenzione alla sua all’intensità.

E’ palese che per combattere la cellulite non bisogna essere sedentari, ricordatevi però che non tutti gli sport sono utili al vostro scopo. Evitate gli sport di potenza, quegli sport che vi portano ad uno sforzo intenso in un breve lasso di tempo.

PERCHE’ NON VANNO BENE?

Perché portano alla formazione di acido lattico. Le tossine accumulate durante l’attività fisica hanno effetti pessimi sulla circolazione e sull’ossigenazione dei tessuti.

Vi ricordo che il primo passo che porta alla formazione della cellulite è un danno a livello venoso. In poche parole perdono tonicità ed elasticità, provocando un rallentamento del flusso sanguigno in particolare a livello degli arti inferiori.

QUESTO COSA COMPORTA?

Il sangue ristagna a livello dei capillari che perdono elasticità e soprattutto permeabilità. Non sono più in grado di nutrire in modo adeguato i tessuti circostanti. In poche parole non riescono più a cedere scorie ed anidride carbonica per ricevere poi ossigeno e nutrimenti.

Basta davvero poco per rallentare questo scambio e dare il via ad un processo degenerativo. Questo processo, è lento ma inesorabile e provoca nel tempo un’infiammazione dei tessuti interessati, in particolare quello adiposo, determinando la cellulite.

Dunque: le attività ad alta intensità sono utili per tonificare, rafforzare e dimagrire, ma non per drenare; le attività a bassa intensità sono l’opposto: perfette per la circolazione, ma non a dare tono muscolare.

La prima attività fisica scelta per dimagrire e togliere questo odioso inestetismo è LA CORSA.

Amiche mie, corsa e cellulite non vanno per nulla d’accordo, sapete?  

Prima di tutto molte di voi sottovalutano il fatto che bisogna SAPER CORRERE. Vi dovete approcciare a questo sport in maniera molto graduale, possibilmente seguite da un esperto. L’impatto con il terreno, oltre a determinare in la nel tempo problemi alle articolazioni, genera una sofferenza a carico dei vasi sanguigni, peggiorando la vostra situazione.

Quindi direte voi?

Quindi l’ideale è camminare! 
Qualsiasi personal trainer dotato di coscienza vi consiglierà la camminata per eliminare la cellulite. Una cammina di 40 minuti al giorno vi porterà tantissimi benefici.

Ovvio. Non deve essere una camminata da shopping dove fate 1 km in 2 ore. Il vostro passo dovrà mantenersi svelto e permettervi di affrontare una conversazione con un’amica senza entrare in affanno.  In questo modo aiuterete la vostra circolazione, soprattutto a carico degli arti inferiori e manterrete il battito cardiaco in un range ottimale per la vascolarizzazione.

Se alla fine della vostra camminata vi sentite rigenerate con una bella sensazione di calore alle gambe avete centrato il vostro obiettivo!

PICCOLO CONSIGLIO: munitevi di un cardiofrequenzimetro. Mantenere monitorato il battito cardiaco durante qualsiasi attività fisica è molto importante.

PERCHE’ E’ IMPORTANTE?

Prima di tutto l’attività fisica costante 3-4 volte alla settimana, con un range cardiaco giusto, migliora del 30% o più l’attività del vostro metabolismo basale. Cosa significa? Significa che anche a riposo BRUCIATE!

COME CALCOLARE IL PROPRIO RANGE CARDIACO?

DONNE. Prendete il valore fisso 226 e sottraete la vostra età – Uomini 220.

ESEMPIO: 226 – 40 = 186 a questo valore applicate la % del 65%.

Per ogni attività fisica esiste una percentuale ottimale per raggiungere diversi risultati. Per bruciare il valore si attesta tra il 60 e 70%.

Quindi se avete 40 anni, in camminata non dovrete mai superare i 120 battiti. Se restate al di sotto non state bruciando, se li superate non state bruciando ma incrementando la vostra resistenza.

So già che molte di voi non vorranno assolutamente diminuire gli sforzi.

Tante ragazze desiderano, per i più svariati motivi, mantenere un’attività fisica ad alta intensità. Detto questo vi consiglio assolutamente di prendere provvedimenti per evitare che l’acido lattico accumulato si trasformi in cellulite, rendendovi decisamente frustrate.

COSA DOVE FARE?

Imparate a dedicare SEMPRE gli ultimi 10 minuti allo SCARICO FUNZIONALE.

Alla fine del vostro allenamento rallentate decisamente il ritmo, pedalate sulla cyclette a bassa intensità o camminate blandamente; portate lentamente i vostri battiti cardiaci alla soglia iniziale.

CHI NON HA UN CARDIO COME FA A SAPERE SE STA FACENDO TUTTO NEL MODO CORRETTO?

Ascoltate il vostro respiro. Vi deve passare il fiatone.

Lo scarico funzionale è importante perché vi aiuta ad eliminare in primis L’ACIDO LATTICO che avete accumulato ed eviterete al corpo un RECUPERO FORZOSO DEL PROPRIO RITMO.

Sono sicura che molte di voi, non abituate allo scarico funzionale, avranno notato che dopo la doccia continuano a sudare.

PERCHE’?

Perché il vostro corpo, non adeguatamente defaticato, sta cercando disperatamente di tornare alla sua condizione di equilibrio iniziale.

Terminata la fase di defaticamento, stendetevi due minuti e sollevate le gambe. Questo vi aiuterà a far defluire i liquidi, facilitandone l’eliminazione.

Nelle palestre di ultima generazione troverete le PEDANE VIBRANTI. Questo attrezzo “strano” è utile per il defaticamento STATICO. Vi consiglio di valutarne l’utilizzo supportate dal vostro personal trainer. Dovete trovare la giusta frequenza ed evitare quelle controindicate e non giuste per voi.

LO SPORT PER ECCELLENZA? IL NUOTO.

Se amate l’acqua e la reputate il vostro elemento per eccellenza allora NUOTATE. Nuotate ragazze!

Ogni città ha a disposizine le piscini pubbliche se nella vostra palestra non c’è. Potrete trovare mille corsi: acqua fit, Hydro Bike, Hydro Step.

PERCHE’ IL NUOTO FA COSI’ BENE?

L’acqua impedisce le microlesioni ai capillari che andrebbero a ledere la circolazione, inoltre, da non sottovalutare, il movimento produce un benefico massaggio agli arti che aiuta il fisiologico drenaggio di liquidi.

Mai notato che dopo un’ora di piscina avrete un maggiore stimolo a fare – plin plin – ? Ora sapete perché ^_^

CHI NON HA MAI TEMPO INVECE?

Difficile non trovare il tempo.

Se desiderate raggiungere un obiettivo, dovete avere rigore, disciplina e voglia di cambiare.

Ci sono ragazze nel nostro gruppo che si alzano alle 5 per allenarsi oppure lo fanno alla sera anche a mezzanotte. Trovate sempre il tempo per voi stesse anche se siete distrutte da una giornata di lavoro e dai figli.

Sfruttate ogni momento.

Portate fuori il cane regolarmente e allungate la passeggiata. Andate a lavoro e a fare la spesa a piedi.

Il fine settimana organizzatevi delle belle escursioni con tutta la famiglia o con qualche amica. Prenderete aria fresca, farete esperienze nuove, vi divertirete ma soprattutto CANCELLERETE LA CELLULITE.

CELLULITE E COSMESI.

Scegliete creme a base di caffeina, alghe, iodio o quercia marina, rusco, fucus, sono tutte sostanze che favoriscono l’attività lipolitica innescata dall’attività. Ideale è una texture leggera, che non provochi l’effetto “cappa antitraspirante.

Quando scegliete una crema accertatevi che abbia anche componenti idratanti e nutrienti. Sono di fondamentale importanza questi attivi perché la pelle va nutrita ed elasticizzata.

COME APPLICARE LA CREMA RIDUCENTE/ANTICELLULITE. IL MASSAGGIO CORRETTO E’ FONDAMENTALE PER OTTENERE DEI RISULTATI OTTIMALI.

Le creme ed i gel vanno applicate dopo il bagno o la doccia quando la pelle è bel pulita ed i pori sono dilatati.

* Prendete la vostra creme e dosate una noce di prodotto sulla mano;

* Applicate un lieve ma costante massaggio sulla zona interessata (per esempio cosce, fianchi, glutei, pancia); Le mani devono fare movimenti circolari partendo dal basso e salendo gradualmente;

ESATTO, HAI LETTO BENE. DAL BASSO VERSO L’ALTO. Non esiste applicare la crema solo sulle cosce o sulla pancia. Buttate prodotto e soldi. Si applica sempre dalle caviglie a salire per favorire circolazione e drenaggio dei liquidi.

Il massaggio lo dovete eseguire 2 volte al giorno, al mattino e alla sera. Alla mattina, siamo sempre di corsa. Scegliete un gel a rapido assorbimento e senza residui, questo vi permetterà di rivestirvi subito dopo l’applicazione. Alla sera invece concedetevi un prodotto più corposo e difficile da stendere. Questo vi obbligherà a fare un massaggio più lungo e di conseguenza più benefico.

IL SEGRETO PER UN PERFETTO MASSAGGIO ANTICELLULITE.

Prima di eseguire il massaggio con il prodotto anticellulite preparate la parte interessata per favorire la microcircolazione e permette al prodotto di aumentare la propria efficacia.

COME?

Vi consiglio di acquistare una spazzola anticellulite. Ce ne sono mille in commercio. In silicone o legno. Oppure riciclate una vecchia spazzola per capelli (vietate quelle in ferro).

Si utilizza prima del massaggio con il prodotto che avete scelto, passandola con movimenti circolari sulle gambe sempre dal basso verso l’alto.

Ricordatevi: 2 volte al giorno. Una volta possibilmente stendete il prodotto prima o dopo l’attività fisica per aumentarne l’efficacia.

Spero di esservi stata utile ragazze! Nel prossimo articolo parleremo di CELLULITE E ALIMENTAZIONE. Alla prossima ^_^

2 risposte a “Cellulite & Sport: quale scegliere?”

  1. Daniela79 Daniela79 ha detto:

    Che bell’ articolo Elena👏
    Malgrado l’ argomento “cellulite” sia trito e ritrito… anche in questo caso tu non sei caduta nell’ovvietà. Molto interessante la parte sullo sport. Grazie

  2. Daniela79 Daniela79 ha detto:

    Che nell’ articolo Elena👏
    Malgrado l’ argomento “cellulite” sia trito e ritrito… anche in questo caso tu non sei caduta nell’ovvietà. Molto interessante la parte sullo sport. Grazie

Lascia un commento