Fai da te Promozioni

Brufoli? Imperfezioni? Realizza la pasta all’acqua

Brufoli? Imperfezioni? Realizza la pasta all’acqua

 

15897614_mPASTA ALL’ACQUA

La pasta all’acqua è un antico rimedio galenico che serve per diverse problematiche della pelle, principalmente per disinfiammare e lenire, è quindi perfetto per brufoli, irritazioni da sudore, sfregamenti, scottature, irritazioni post depilazione e arrossamenti da pannolino.


È possibile aggiungere un cucchiaino scarso alla maschera all’argilla estemporanea, la renderà più delicata.

Va applicato la sera o in zone del corpo non visibili perché altrimenti sembrereste dei mostriciattoli con lo stucco sul viso, inoltre sporca i vestiti ma basta metterli in lavatrice e si lava via tutto.

La potete applicare più volte al giorno e per il tempo che volete in quanto non ha controindicazioni.

E’ semplicissima da preparare, si tratta di quattro ingredienti in anadose, cioè in parti uguali.


Il consiglio è di preparare la pasta in dosi da 50 gr poichè vi durerà tantissimo, a meno che ne usiate in grandi quantità, in quel caso per preparare 100 gr non dovrete fare altro che raddoppiare la dose di ogni ingrediente.

Ingredienti per 50 gr di prodotto

– acqua 12,5 gr
– glicerina 12,5 gr
– ossido di zinco 12,5 gr
– talco veneto 12,5 gr

Mettete in un mortaio le due polveri e pestatele bene in modo da farle diventare finissime, travasatele nel contenitore prescelto, quindi versate la glicerina diluita nell’acqua e mescolate fino ad avere una pasta densa.

Non sono necessari conservanti perché la tanta glicerina rende indisponibile l’acqua presente per la crescita di batteri e di muffe.

Potete profumarla con un paio di gocce di olio essenziale di lavanda o altro che più vi aggrada. Assolutamente vietati gli oli essenziali in caso di gravidanza e allattamento, via libera invece alla pasta all’acqua.

Non vi preoccupate se all’inizio il vostro preparato sembrerà un po’ liquido, infatti con il passare del tempo si addenserà.

Potete sostituire il talco veneto, che ha un costo più elevato, ma che trovate tranquillamente nelle farmacie, con il talco felce azzurra che trovate anche al supermercato, oppure con il baby della Johnson che ha un ottimo inci.


È preferibile utilizzare il talco veneto in quanto totalmente inodore e privo di profumi, dato che andrà applicato su zone infiammate, ma il felce azzurra/Johnson rimangono comunque una valida alternativa.

Quindi ragazze quando vi viene un brufoletto non usate più il dentifricio ma una puntina di pasta all’acqua fatta da voi!!

È il miglior rimedio!!! ^_^

Fateci sapere come vi travate!!

Credits: Oltre Vanity, post di Cri Vico De Bubbiis

Photo: gentilmente offerta dalla nostra admin Elena Rossi bioproduction

Lascia un commento