Curiosità Promozioni

Alla scoperta degli Oli Essenziali – Limone

Alla scoperta degli Oli Essenziali – Limone
17137592_m

A cura della Dott.ssa S. de Vincenzi

L’olio essenziale di limone viene descritto un po’ come una panacea, dalle innumerevoli proprietà benefiche. Ricercando sul web ho trovato molti siti che ne decantano le proprietà antisettiche, anticellulitiche, decongestionanti, purificanti, schiarenti.


Quanto sotto riportato è frutto della mia personale difficoltà ad accettare per vero tutto ciò che il web propone, senza prima verificare che vi siano fonti attendibili. Ecco per voi una selezione meno noiosa di quella che ho affrontato io: avete presente una ventina di articoli in inglese, con tanto di grafici e nomenclatura che nel migliore dei casi risulta impronunciabile?? Ecco cosa vi ho risparmiato e cosa ne ho dedotto.

Cosa conferma la scienza:


Azione antibatterica: l’uso combinato di olio essenziale di lavanda insieme a quello di limone ha mostrato una certa efficacia contro candida albicans e stafilococco. In termini semplici? E’ possibile che l’aggiunta di alcune gocce di olio essenziale di lavanda e di limone (in rapporto 1:1, quindi una goccia di uno e una goccia dell’altro, per intenderci) ad un detergente intimo, ad esempio, possa aiutare ad alleviare la fastidiosa candidosi di cui alcune donne soffrono. Due piccioni con una fava: parti intime sane, felici e profumate!

Azione antinfiammatoria: alcune gocce del nostro olio, miscelate ad un olio base (io consiglio l’olio di cocco, come avrete già capito…), e frizionate direttamente sulla pelle, possono contribuire localmente a svolgere una lieve azione antinfiammatoria e decongestionante sulla cute. Non vi dice nulla? Pensate al vostro contorno occhi dopo una giornata faticosa, una notte insonne o tormentata, o un party folle…

Regolatore lipidico: alcuni studi recenti hanno evidenziato la capacità di regolare le dislipidemie. di che si parla? Le dislipidemie, detto in termini semplici, sono quelle malattie per cui ci sono accumuli di grassi o aumento dei grassi nel corpo. Una di queste per esempio è l’aumento del colesterolo nel sangue. Ecco spiegata l’azione sgrassante, e soprattutto, anticellulitica..è possibile che miscelato ad un olio base o in aggiunta ad una crema e spalmato direttamente sulla pelle aiuti a regolare le antipatiche cellule adipose che ci tormentano con accumuli di acqua al loro interno!

A riguardo dell’azione sgrassante ho intenzione di fare un esperimento e potenziare l’azione nutriente e lucidante del cowash aggiungendone qualche goccia alla miscela di splend’or e zucchero. Dovessi riuscire nell’intento vi aggiornerò o vi accecherò con la lucentezza della mia chioma!

Fototossicità: ed ecco un tasto dolente, perchè anche i migliori hanno dei difetti! Ad alte dosi alcuni olii essenziali hanno l’antipatica caratteristica di essere fototossici: a contatto con i raggi solari possono sviluppare reazioni spiacevoli sulla pelle (dalle più innocue ma decisamente antiestetiche macchie scure fino a vere e proprie reazioni di fotosensibilità). Ma non c’è motivo di allarmarsi,ripeto quanto appena scritto: ad alte dosi ed a contatto con i raggi solari. Perciò evitate di fare il bagno in vasche di olio limonoso e di addormentarvi subito dopo sotto al sole cocente: usatene poche goccine ed evitate di esporre al sole la parte trattata almeno per la mezzora seguente. L’alternativa?

Usatelo prima di andare a dormire!

Perchè lo si usa in cosmesi?


Uno studio del 2012 ha evidenziato la capacità dell’olio essenziale di limone di aumentare l’assorbimento cutaneo delle vitamine lipo ed idro solubili. L’assorbimento di vitamina A, vitamina E, e vitamina B6 viene notevolmente aumentata dall’aggiunta di olio essenziale di limone alle soluzioni topiche. Ecco spiegato il perchè lo possiamo leggere tra gli ingredienti di alcune creme multivitaminiche o anti invecchiamento. Ma c’è anche un altro motivo, che vi illustro qua sotto.


Il nostro olio essenziale di limone sembra avere un effetto inibitore sull’elastasi neutrofila. Cos’è l’elastasi neutrofila? E’ un enzima molto simpatico che, oltre ad essere implicato in alcune malattie degenerative, è in grado di rompere l’elastina cutanea, che come dice il nome stesso è una delle proteine responsabili della pelle elastica e tonica. Per fortuna la cara elastasi neutrofila non sembra agire sull’elastina intatta della pelle giovane e sana, ma solo su quella un po’ …matura.


E questo ci riporta agli ingredienti delle creme antietà!


Un’ultima curiosità per le amiche più..bio: alcuni recenti studi del 2013 stanno testando l’olio di limone ed altri oli essenziali come conservanti naturali da sostituire a quelli artificiali. Pare che per ora si stiano comportando bene e che stiano reggendo il confronto con le molecole chimiche sintetiche, e che il vincitore per ora sia proprio il limone, seguito a ruota da altri amici di cui scriverò più avanti.

Il mio consiglio riassumendo è:


L’olio essenziale di limone può realmente giovare alla nostra bellezza, ma come tutte le cose non bisogna eccedere nè esagerare: con moderazione, qualche goccia addizionata ad un olio base o ad una crema può fare la differenza.

L’importante è usarne poco, per periodi limitati, ed evitare di mettersi a prendere il sole subito dopo averlo spalmato!

Una replica a “Alla scoperta degli Oli Essenziali – Limone”

  1. francyfra ha detto:

    non vedo l’ora di provarlo in cosmesi . Sinceramente non credevo avesse tutti questi benifici

Lascia un commento